“La politica di Israele è sparare per uccidere”

“La politica di Israele è sparare per uccidere”
© Dursun Aydemir / Anadolu Agency via AFP - Il premier palestinese Mohammad Shtayyeh

“L’occupazione uccide le persone e la parola, Israele vuole incolpare altri” per l’omicidio della giornalista di Al Jazeera, Shireen Abu Akleh. Queste le parole del leader palestinese, Mohammad Ibrahim Shtayyeh, oggi in visita al Parlamento europeo

“Le cose sono assolutamente chiare. Israele vuole rovinare e incolpare altri. Ha ucciso Shireen Abu Akleh e noi lo sappiamo. Israele vuole sempre uccidere la parola della verità e uccidere la persona palestinese”. Queste le parole del premier palestinese all’AGI, Mohammad Ibrahim Shtayyeh, oggi in visita al Parlamento europeo, in merito all’uccisione della giornalista palestinese Shireen Abu Akleh.
“C’è una politica israeliana costruita sul “shoot to kill”. Sparare per uccidere, non per avvertimento o per altro. Quindi, per noi, Israele è pienamente responsabile dell’uccisione di Abu Akleh, ha spiegato Shtayyeh aggiungendo come “abbiamo ricevuto con grande shock la dolora notizia e questa occupazione criminale che uccide le persone e la parola e uccide la verità”.

“Shireen Abu Akleh è una stella splendente nel cielo della Palestina che oggi lascia la vita terrena per l’ultraterrena con una pallottola diretta dall’occupazione israeliana. Condanniamo con tutti i termini questo omicidio doloroso”, conclude.

AGI

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.