Turismo: Enit e l’Italia all’Itb digital Berlino

Turismo: Enit e l’Italia all’Itb digital Berlino

ROMA – La rassegna turistica Itb, la più importante fiera B2B dedicata al turismo in Germania, iniziata oggi, 9 marzo, e che si concluderà il prossimo 12 marzo, quest’anno avrà luogo su piattaforma digitale Itb Now. E per questo evento, Enit, che presenterà la parte italiana, ha coinvolto 385 tour operator provenienti da 11 Regioni diverse: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, FVG, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Trentino e la Repubblica di San Marino (+ 3 aziende della Rep. San Marino, 3 comuni italiani: Genova, Sanremo, Bordighera, 93 operatori privati).
L’Italia, con l’Agenzia Nazionale del Turismo Italiano, fa quindi tappa virtuale in Germania che rappresenta il primo Paese per presenze e spesa turistica: oltre 7,6 miliardi di euro di introiti in Italia nel 2019 con un aumento del +7,4% rispetto al 2018 ed una quota parte del 17,2% sul totale internazionale. La Germania è infatti storicamente il principale paese di provenienza in Italia per flussi turistici. I clienti tedeschi fanno registrare quasi 59 milioni di notti nel complesso degli esercizi ricettivi italiani nel 2019 (+0,1% sul 2018), che aumentano del +22,8% rispetto al 2010 (47,8 milioni di presenze) e rappresentano il 26,6% sul totale internazionale.
Le regioni preferite continuano ad essere Trentino Alto Adige con 19 milioni di presenze, Veneto con 16 milioni e Lombardia con 5,2 milioni. Insieme raggiungono una quota del 69% circa sul totale. Le strutture ricettive accolgono il 53,6% dei flussi turistici dalla Germania con 31,5 milioni di notti nel 2019. Negli esercizi extra-alberghieri, i 27,2 milioni di pernottamenti, sono in crescita del +2,4% rispetto al 2018.
Enit, in questa occasione, ha deciso di portare sempre più al centro i paradigmi dell’accessibilità, della sostenibilità e dell’innovazione, con cui connota la propria azione e ha in programma decine di eventi e iniziative per mostrare le bellezze del Made in Italy in sinergia con le regioni italiane sulla piattaforma virtuale. Enit non ha mai arrestato la propria attività, portando quindi avanti il piano del turismo e in più fornendo informazioni attendibili sugli sviluppi della pandemia, sulle misure di sicurezza delle numerose destinazioni italiane e dell’industria del turismo.
Fiducia, responsabilità e affidabilità sono più che mai cruciali per ristabilire la fiducia dei consumatori, insieme al pass turistico di cui si sta discutendo in Europa. Grazie al suo ecosistema digitale, primo per engagement tra gli uffici del turismo europeo, al alle attività rivolte ai potenziali turisti e agli operatori turistici di tutto il pianeta, ENIT nel 2020 ha raggiunto oltre un miliardo di persone e proseguirà quest’anno per spingere le prenotazioni verso il nostro paese, non appena sarà possibile.
Infine, ITB NOW strizzerà l’occhio alle nuove frontiere del turismo con focus specifici sul mondo lgbtq+. Negli ultimi anni questo segmento ha registrato una crescita costante e oggi è sempre più riconosciuto come un importante veicolo per lo sviluppo economico e competitivo delle destinazioni turistiche. Un segmento che muove oltre 211 miliardi di dollari l’anno con circa 35 milioni di turisti Lgbt, generalmente alto spendenti, che contribuiscono ad aiutare le autorità e gli operatori locali nella distribuzione della stagionalità e nella gestione delle risorse delle destinazioni, in una logica inclusiva e sostenibile.
Alla conferenza di presentazione dell’Italia, che si sta svolgendo in questi minuti, prenderà parte anche il Ministro al Turismo, Massimo Garavaglia, assieme a Giorgio Palmucci (Presidente Enit), Maria Elena Rossi direttore marketing Enit e Oliver Graue (Caporedattore Business Travel/Travel Talk. A moderare Christian Lungarotti, Consigliere Economico Ambasciata Italia Berlino. (aise) 

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: