I prezzi delle case degli immobili in Puglia

I prezzi delle case degli immobili in Puglia

Il borsino immobiliare è uno strumento utile per i professionisti come i consulenti, i broker, gli intermediari e gli agenti immobiliari che hanno la necessità di essere sempre informati sugli andamenti del mercato immobiliare. Questa risorsa viene aggiornata in continuazione in virtù del contributo offerto dalle camere di commercio e in generale dagli enti pubblici, ma anche dai privati.

Si può definire il borsino immobiliare come un listino che viene messo a punto da uno staff tecnico altamente qualificato che serve a raccogliere i dati che riguardano le transazioni immobiliari (o almeno la maggior parte di esse) eseguite in una specifica area di riferimento. Come viene indicato dalla guida dedicata a questo tema che è stata pubblicata sul sito dell’agenzia immobiliare online Dove.it, grazie al borsino immobiliare si ha la possibilità di conoscere in modo estremamente accurato il valore delle diverse tipologie di immobile. Di conseguenza, esso rappresenta un importante punto di riferimento per le agenzie immobiliari e più in generale per tutti coloro che devono eseguire la valutazione di un immobile.

Per esempio, il borsino immobiliare della Puglia permette di conoscere i prezzi medi relativi agli immobili residenziali in questa regione. Prendendo come mese di riferimento maggio, si scopre che la quotazione media per gli immobili in vendita è di 1.298 euro al metro quadro, con un minimo di 1.022 euro e un massimo di 1.559 euro al metro quadro; per l’affitto, invece, la richiesta per la locazione è in media di 7 euro e 61 centesimi al metro quadro. In confronto a maggio del 2021, c’è stato un calo dello 0.3%; lo scorso anno, infatti, la quotazione media era di 1.303 euro al metro quadro, 5 euro in più. Il mese successivo, cioè a giugno 2021, si è registrato invece il picco degli ultimi due anni, con una richiesta pari a 1.303 euro al metro quadro.

Invece, per trovare la quotazione più bassa è necessario tornare fino ad agosto del 2020, quando la richiesta era di 1.279 euro al metro quadro. La provincia di Bari è quella con la richiesta più alta, mentre quella di Taranto è quella con la richiesta più bassa: 1.559 euro al metro quadro nel primo caso, 1.022 euro al metro quadro nel secondo. Per quel che riguarda le locazioni, invece, al top si colloca sempre la provincia di Bari; sul fondo c’è quella di Foggia.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.