La Corea del Nord spara tre missili balistici verso il Mar del Giappone

La Corea del Nord spara tre missili balistici verso il Mar del Giappone
© Jung Yeon-je / Afp - Lancio di un missile della Corea del Nord

Dopo il lancio dei razzi, l’allarme della presidenza della Corea del Sud: Pyongyang prepara un test atomico. I lanci sono avvenuti mentre il presidente Usa era di ritorno dal suo primo viaggio in Corea del Sud e Giappone. L’esercito di Pechino: risposta alle “recenti attivita’ di collusione tra Stati Uniti e Taiwan”

 La Corea del Nord ha sparato tre missili balistici verso il Mar del Giappone nelle prime ore di oggi. Lo ha dichiarato l’esercito di Seul, poche ore dopo la visita che il presidente Joe Biden ha concluso in Asia.

Lo Stato Maggiore della Corea del Sud ha dichiarato in un comunicato di aver “rilevato intorno alle 0600 (2100 GMT), alle 0637 e alle 0642 il lancio di missili balistici dalla zona di Sunan”.

La guardia costiera giapponese ha avvertito di un “possibile lancio di missili balistici” da parte della Corea del Nord, dicendo alle imbarcazioni di stare lontane da oggetti caduti nelle acque.

Cina: esercitazione militare intorno a Taiwan, “avvertimento”

L’esercito cinese ha annunciato di aver condotto di recente un’esercitazione militare intorno a Taiwan. I media locali hanno definito le manovre un “serio avvertimento” per i rapporti tra gli Stati Uniti e l’isola che Pechino considera come suo territorio.

La Cina ha condotto “esercitazioni di combattimento reale” in mare e nello spazio aereo attorno a Taiwan in risposta alle “recenti attività di collusione tra Stati Uniti e Taiwan”, ha reso noto il portavoce del Comando orientale dell’Esercito popolare di liberazione, Shi Yi, citato in una nota diffusa ai media locali, dopo le parole del presidente Usa, Joe Biden, che lunedi’ aveva dichiarato che gli Stati Uniti avrebbero difeso militarmente l’isola, in caso di attacco da Pechino.

“È ipocrita e futile che gli Stati Uniti dicano una cosa e ne facciano un’altra sulla questione di Taiwan, e spesso incoraggino le forze dell’indipendenza” dell’isola, ha sottolineato il colonnello dell’Epl.

I soldati “sono determinati e in grado di contrastare qualsiasi interferenza esterna e tentativi di forze separatiste dell’indipendenza di Taiwan e salvaguardare risolutamente la sovranità e la sicurezza nazionale e la pace e la stabilità regionale”, ha aggiunto.

Seul, esperimenti in preparazione test nucleare

La Corea del Nord si sta preparando per il suo settimo test nucleare. Lo riferisce l’Ufficio presidenziale sudcoreano, citato dall’agenzia Yonhap in una breve nota, secondo i cui rilevamenti il regime di Kim Jong-un ha effettuato test operativi del detonatore nucleare.

Ci sarebbe anche un missile balistico intercontinentale (Icbm) tra i tre missili lanciati oggi dalla Corea del Nord, nel Mare Orientale, il Mar del Giappone. Lo riferisce l’esercito sudcoreano, citato dall’agenzia Yonhap, all’indomani della fine della missione in Asia orientale del presidente Usa, Joe Biden. I lanci sono stati rilevati nella prima mattina di oggi, ora locale, rispettivamente alle sei, alle 6.37 e alle 6.42 del mattino, poco dopo le undici di sera di ieri, in Italia.

Il primo dei tre lanci coinvolgerebbe un Icbm, che ha percorso 360 chilometri a un’altitudine massima di 540 chilometri, e che le Forze Armate di Seul valutano possa essere il nuovo Hwasong-17, in un altro caso di violazione della moratoria auto-imposta sui lanci di Icbm e delle risoluzioni delle Nazioni Unite.

Il secondo lancio, fallito, avrebbe riguardato un missile balistico a corto raggio che ha raggiunto un apogeo di soli venti chilometri, mentre il terzo lancio, sempre di un missile balistico a corto raggio, ha percorso 760 chilometri raggiungendo un’altitudine massima di 60 chilometri. I due missili balistici a corto raggio utilizzati nel test sono due NK-23, missili realizzati sul modello degli Iskander russi.

Condanna Usa per lancio missili Corea Nord; serve “dialogo”

Gli Stati Uniti hanno condannato la Corea del Nord per i lanci di missili balistici e hanno invitato Pyongyang a scegliere il dialogo.

“Gli Stati Uniti condannano i molteplici lanci di missili balistici da parte della RPDC”, ha dichiarato un portavoce del Dipartimento di Stato.

“Chiediamo alla RPDC di astenersi da ulteriori provocazioni e di impegnarsi in un dialogo sostenuto e sostanziale”.

AGI

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.