Madame de Montespan, la controversa amante del Re Sole

Madame de Montespan, la controversa amante del Re Sole
Madame de Montespan - dominio pubblico

La favorita del Re Sole

Siete quella Madame de Montespan che scandalizza tutta la Francia? Andate, Madame, abbandonate la vostra vita scandalosa e poi venite a gettarvi ai piedi dei ministri di Gesù Cristo”

Così nel 1675 il sacerdote Lécuyer si rifiutò di darle l’assoluzione.
Fran
çoise di Rochechouart, marchesa di Montespan è stata la più famosa nonché la più influente amante del re, Luigi XIV.
Grazie alla sua influenza era persino considerata da alcuni la “vera regina di Francia”. La Montespan fu una presenza assai ingombrante, soprattutto agli occhi della
consorte del re, Maria Teresa d’Asburgo, relegata da sempre in secondo piano e ai margini della vita di corte.

L’ingresso a corte

All’età di diciannove anni Françoise si recò a Parigi dove, nel 1663, sposò Louis Henri de Pardaillan, Marchese di Montespan. I due non avevano denaro sufficiente per poter vivere a corte. La stessa Montespan amava abiti costosi e gioielli, mentre il marito, spesso violento, era dedito al gioco.
La Montespan riuscì successivamente ad entrare a corte.
Abile conversatrice, la Montespan attirò immediatamente l’attenzione divenendo la dama di compagnia della cognata del re, Enrichetta d’Inghilterra e, successivamente, di Maria Teresa d’Asburgo, stabilizzando così la sua posizione.

Bella, seducente, fredda calcolatrice

La Montespan era ritenuta una donna bellissima e seducente e, consapevole di questo, la marchesa ebbe presto chiaro il suo obiettivo: sedurre Luigi XIV. Per poter arrivare al re, la Montespan si guadagnò dapprima la fiducia di Louise de La Vellière, la prima favorita del re dopo Maria Mancini.
Al fianco de La Vellière, Madame de Montespan riuscì immediatamente a farsi notare: la pelle diafana, i capelli biondi e gli occhi di ghiaccio catturarono Re Sole. La Montespan non era solo bella e seducente,
ma era anche estremamente carismatica.
La Vellière si rese presto conto dell’indifferenza di Luigi XIV, che sempre di più sembrava attratto dalla marchesa.
Nel 1666 Louise de la Vellière ricevette conferma, l’amore che il re provava per lei era svanito, rubato dalla seducente marchesa.
La Montespan e il re divennero amanti a partire dal 1667 e ciò provocò il marchese, il quale non evitò di fare scenate a corte, mostrandosi inoltre violento nei confronti della moglie. Luigi XIV reagì facendolo rinchiudere in una segreta da dove uscì pochi anni dopo. Liberatosi della prigionia seppe immediatamente che la Montespan aveva partorito il figlio del re; ciò spinse il marchese ad organizzare i funerali della moglie ancora in vita, dichiarata deceduta per colpa della “civetteria”.

La vera regina di Francia

Dal 1666, Luigi XIV e Madame de Montespan divennero amanti ufficialmente. Il re regalava alla marchesa costosissimi abiti, gioielli e palazzi. Spesso la Montespan si mostrava assai sfacciata, ma la sua bellezza lo era ancor di più.

Lo scandalo dei veleni e le messe nere

Si è ritenuto che la Montespan fosse coinvolta nel Affaire des Poisons, tuttavia non c’è certezza. Le testimonianze attestarono, però, che la Montespan era solita recarsi dalla famosa strega Catherine Monvoisin, quest’ultima, conosciuta come La Voisin, riferì che la marchesa aveva acquistato filtri d’amore destinati al re Luigi XIV quando quest’ultimo era invaghito di Louise de La Vallière. Secondo la Montespan, proprio grazie a questi filtri d’amore, il re s’invaghì di lei sostituendola alla vecchia favorita.
Filtri d’amore e sortilegi erano di gran voga al tempo e la Montespan, ansiosa di trovare un posto stabile nel cuore de re – circondato sempre da molte amanti – si era rivolta alle streghe più famose del tempo, prendendo parte ad alcuni riti.
Racconta Madame de Sévigné:

è presa da rabbie inesprimibili. Non ha visto nessuno in quindici giorni. Scrive dall’alba a sera, al momento di coricarsi straccia tutto. Il suo stato mi fa pietà.”

Secondo le testimonianze la Montespan partecipò a tre messe nere, durante una delle quali fu sacrificato un neonato.
Il medico del sovrano, a quel tempo, appuntò nei diari che il re, a quel tempo, soffriva di forti emicranie e la sua salute era instabile. È facile pensare che il malessere di Luigi XIV fosse dovuto ai filtri d’amore a base di escrementi.
La Montespan venne accusata di aver cospirato di uccidere il re, tuttavia tali accuse furono smentite successivamente, ma ciò non impedì l’esilio alla Montespan.
L’amante in disgrazia, nonostante gli scandali in cui era coinvolta, continuò a ricevere le visite del re.
Nel 1691 la Montespan perse per sempre il posto nel cuore del re, decise dunque di ritirarsi dalla vita mondana e si recò nel convento delle  Filles de Saint-Joseph.
La marchesa trascorse gli ultimi anni in penitenza fino alla morte avvenuta nel 1707.
La Montespan fu una delle più famose favorite del re e, sicuramente, la più controversa.

Di Chiara Fiaschetti

 

Chiara Fiaschetti

Chiara Fiaschetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.