Festa Polizia di Stato

Festa Polizia di Stato

“Si è celebrata ieri, domenica 10 aprile, la festa della Polizia di Stato – quest’anno corrispondente al 170° anniversario dall’istituzione nel 1852 del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza a cui se ne fa risalire la fondazione – ed stata per me lieta occasione per manifestare profonda gratitudine agli uomini e donne che ne vestono con orgoglio la Divisa; la professionalità e l’impegno che assicurano quotidianamente nell’onorare il proprio servizio è per noi tutti presidio di ordine e sicurezza pubblica, a garanzia dell’ordinamento democratico e dello stato di diritto.” – rende noto il Sottosegretario di Stato alla Difesa Senatore Stefania Pucciarelli nella data simbolo che il 10 aprile 1981, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge 1° aprile 1981 numero 121, introdusse il ‘nuovo ordinamento dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza’ con la riforma istitutiva della Polizia di Stato nel suo attuale assetto di amministrazione civile a ordinamento speciale al servizio delle istituzioni democratiche e dei cittadini, scelta per celebrare la sua festa.

“Da cittadina e donna delle istituzioni – ha proseguito il Sottosegretario Pucciarelli – so bene quanto la loro opera di presidio del territorio sia di fondamentale importanza per il mantenimento del complesso dei beni giuridici fondamentali e degli interessi primari sui quali si fonda la civile convivenza nella comunità nazionale. Fra i molteplici compiti della Polizia di Stato, oltre alla prevenzione e repressione dei reati, rientrano infatti anche la tutela dell’esercizio delle libertà e dei diritti dei cittadini, la vigilanza sull’osservanza delle leggi, dei regolamenti e dei provvedimenti della pubblica autorità, il controllo delle frontiere, l’azione di sicurezza in senso trasversale – stradale, ferroviaria e, di crescente importanza, quella nel campo delle telecomunicazioni e digitale –, il soccorso nelle calamità ed infortuni.

Per assicurare tutto ciò, continuando ad essere un punto di riferimento per i cittadini nello svolgimento in prima linea dei suoi compiti sempre più ampi e onerosi – che richiedono una preparazione professionale più specializzata e di altissimo livello – al personale della Polizia di Stato è richiesto uno sforzo gravoso che può implicare tributi altissimi.

Per l’umanità, la professionalità, lo spirito di sacrificio e la convivenza col rischio con cui la Polizia di Stato garantisce la continuità del servizio Istituzionale tutto l’anno, senza soluzione di continuità, festività incluse, a ogni ora del giorno e della notte, con qualsiasi condizione metereologica, desidero rinnovare profonda gratitudine ai suoi appartenenti di ogni ordine e ruolo.” – ha concluso Pucciarelli.

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.