L’Agrifood abruzzese a Bruxelles

L’Agrifood abruzzese a Bruxelles

Con la missione a Bruxelles continua la nostra azione tesa alla espansione nei mercati mondiali dei prodotti della nostra enogastronomia che già a Dubai ha spopolato ponendosi all’attenzione generale, ma insieme allo sviluppo del piano di internazionalizzazione per le imprese, vogliamo interloquire con la commissione europea per affrontare, con tempi certi e spediti e misure concrete, il tema del sostegno alle aziende agricole, in ginocchio e a rischio chiusura, per le conseguenze della drammatica guerra in Ucraina, la nuova emergenza dopo la pandemia, che buona parte del pianeta si trova a vivere da circa un mese”. Così il vice presidente della Giunta regionale abruzzese con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, ha parlato riguardo la partecipazione della Regione Abruzzo alla vetrina internazionale in programma a Bruxelles fino a domani, 30 marzo, nella quale saranno protagoniste le eccellenze dell’agrifood abruzzese.

Un evento che segue la presenza e il successo nell’Expo a Dubai delle scorse settimane.
A promuovere la tre giorni l’Azienda regionale per le attività produttive (Arap), braccio operativo della Regione Abruzzo: in particolare lunedì è in programma “Casa Abruzzo”, nel quale sono previsti incontri, istituzionali e commerciali, alla presenza di circa 25 imprese e amministratori abruzzesi. Ed anche di buyer e chef abruzzesi. Già nella giornata di lunedì è previsto un primo confronto con una delegazione della commissione europea agricoltura in un panel in “Casa Abruzzo” con delegati Regione Abruzzo e delegazione della Commissione UE – Agricoltura dal titolo “Iniziative a favore delle aziende agricole nell’ambito della Politica Agricola Comune per far fronte alla situazione economica attuale e per la migliore transizione tra questa programmazione e quella del periodo 2023/2027”
“Quando abbiamo deciso di partecipare all’evento di Bruxelles mai avremmo immaginato di poterci ritrovare con una drammatica emergenza come quella del conflitto nel mezzo di una tragica pandemia – ha spiegato ancora Imprudente -.

Quindi ci siamo attivati prontamente per inserire nell’agenda una priorità indiscussa: dare risposte immediate e concrete alle esigenze delle aziende alle prese da mesi con il caro carburanti e in concomitanza con la guerra, con il caro materie prime e la pesante difficoltà agli approvvigionamenti.

Insomma, c’è un insostenibile aumento di costi della produzione.

E lo diremo con forza all’Europa. Tutto ciò non dimenticandoci di aprire nuovi scenari economici”, conclude il vice presidente della Giunta regionale abruzzese.

Tra gli appuntamenti di lunedì anche degustazioni di tartufo, zafferano e vini, alla presenza di giornalisti, operatori di settore e giornalisti. Prevista anche una cena preparata da chef abruzzesi.

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.