Ancora un trionfo per tilipirche di Francesco Piras

Ancora un trionfo per tilipirche di Francesco Piras

Il film è il miglior Film della Sezione Visioni Ambientali della 29ª edizione del festival Visioni Italiane

 di Bruno Mossa

Tilipirche ” di Francesco Piras non smette di mietere successi: dopo Venezia e il “Golden Globe”, il film del regista cagliaritano sbanca anche al Festival Visioni Italiane.

Piras ha portato a Bologna la vicenda di un uomo costretto ad abbandonare le sue attività a seguito di una terribile  invasione di cavallette. Il passaggio di gestione dell’ovile da padre a figlio risulta impossibile.

La storia è tra le premiate dalle giurie della 29ª edizione del festival Visioni Italiane, promosso dalla Cineteca di Bologna, la cui cerimonia conclusiva si è svolta al cinema Lumière domenica 19 novembre.

L’opera si è aggiudicata il primo premio Visioni Ambientali, sezione del festival dedicata ai film che trattano in modo originale il tema delle problematiche ambientali.

La giuria era composta da docenti, ricercatori e tecnici amministrativi dell’Università di Bologna che si occupano di sostenibilità ambientale: Giacomo Bergamini, Valentina Cappi, Giulia Cavallo, Manuela Colin, Chiara Davino, Francesco Faina, Elena Giacomelli, Antonella Giliberti 

“Il film – si legge nella motivazione del premio – in modo molto efficace ci mostra uno squarcio sconsolato, crudo, duro, sull’impotenza dell’uomo di fronte al cambiamento cieco e impietoso dell’ambiente che lo circonda. Con realismo, grazie a una sceneggiatura molto accurata e a bravi attori, anche quelli secondari, descrive uno spaccato della realtà contemporanea e ci fa immergere in un dramma poco conosciuto. Film attuale nel mostrare le conseguenze trasversali e l’impatto che questo cambiamento ha nella struttura sociale”.

l film, scritto e sceneggiato dallo stesso regista, è interpretato da Giuseppe Ungari e Antonio Chessa in lingua sarda nella particolare variante di Noragugume. La distribuzione sarà curata da Zen Movie.

La riprese a Noragugumene sono state sostenute  dalla Sardegna Film Commission e dalla Fondazione di Sardegna .

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.