Australia, dietrofront su Gerusalemme: “capitale israeliana è Tel Aviv”

Australia, dietrofront su Gerusalemme: “capitale israeliana è Tel Aviv”
Di Euronews  Agenzie:  AP
la responsabile esteri australiana Penny Wong   –   Diritti d’autore  AP/AP

L’Australia ha annullato il riconoscimento di Gerusalemme Ovest come capitale di Israele da parte del precedente governo

Il Ministro degli Esteri australiano Penny Wong ha dichiarato che il Gabinetto del governo del Partito Laburista di centro-sinistra ha accettato di riconoscere nuovamente Tel Aviv come capitale e ha ribadito che lo status di Gerusalemme deve essere risolto nei negoziati di pace tra Israele e i palestinesi.

YouTube player

Wong ha inoltre aggiunto che l’Australia rimane impegnata per una soluzione bipartita del conflitto tra israeliani e palestinesi.

L’ex primo ministro conservatore Scott Morrison aveva formalmente riconosciuto Gerusalemme Ovest come capitale di Israele nel dicembre 2018, anche se l’ambasciata australiana è rimasta a Tel Aviv.

Il cambiamento seguì la decisione dell’allora Presidente degli Stati Uniti Donald Trump di spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme.

Il presidente Joe Biden dal canto suo ha però mantenuto l’ambasciata a Gerusalemme, mentre gli Stati Uniti stanno facendo un passo indietro rispetto al ruolo di mediazione, un tempo intensa, tra israeliani e palestinesi, che non tengono colloqui di pace sostanziali da oltre un decennio.

Inflazione: alimentari in aumento record, ma il peggio è sull’energia.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.