GB. Boris Johnson affronterà il voto di fiducia su partygate

GB. Boris Johnson affronterà il voto di fiducia su partygate
L’ufficio di Downing Street di Johnson ha detto che il primo ministro ha accolto favorevolmente il voto.

“Stasera è un’opportunità per porre fine a mesi di speculazioni e consentire al governo di tracciare una linea e andare avanti, rispettando le priorità della gente”, ha affermato.

Alla fine del mese scorso un rapporto di un investigatore su “partygate” ha stroncato una cultura di violazione delle regole all’interno dell’ufficio del primo ministro di Downing Street.

L’investigatrice del servizio civile Sue Gray ha descritto le esplosioni alimentate dall’alcol tenute dai membri dello staff di Downing Street in un momento in cui le restrizioni sulla pandemia impedivano ai residenti del Regno Unito di socializzare o addirittura di visitare i parenti morenti.

Gray ha affermato che il “team di leadership senior” deve assumersi la responsabilità dei “fallimenti di leadership e giudizio”.

Il primo ministro si è detto “umiliato” e si è assunto “la piena responsabilità”, ma ha insistito sul fatto che non si sarebbe dimesso. Ha esortato i britannici ad “andare avanti” e a concentrarsi sull’economia maltrattata della Gran Bretagna e sulla guerra in Ucraina.

Ma un numero crescente di conservatori ritiene che Johnson, il leader carismatico che ha ottenuto un’enorme maggioranza parlamentare nel 2019, sia ora un ostacolo.

Se Johnson viene estromesso, si accenderebbe una gara di leadership conservatrice, in cui è probabile che si candidino diversi importanti ministri del governo.

Il legislatore conservatore Roger Gale, un critico di Johnson, ha affermato che “abbiamo alcune ottime alternative al primo ministro, quindi non siamo a corto di scelta”.

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.