Zelensky e Putin di Lego alla Brick Experience di Jesolo

Zelensky e Putin di Lego alla Brick Experience di Jesolo
Carri armati, armi, soldati del battaglione Azov e anche Putin e Zelensky: la guerra in Ucraina arriva anche nella mostra del Lego
 La mostra Briks Experience di Jesolo, dove sono esposte oltre 150 costruzioni di Lego ispirate all’evoluzione tecnologica dei mezzi di trasporto, si arricchisce ora di una nuova sezione dedicata ai mezzi bellici impiegati nel conflitto militare fra Ucraina e Russia.

Carri armati, postazioni per il lancio dei missili, mezzi e armamenti per la guerriglia, ma anche minifigure dei soldati del battaglione Azov, del presidente ucraino Volodymyr Zelensky e del presidente russo Vladimir Putin saranno quindi esposti nella sede dell’ex Bounty di Jesolo, che ospita la mostra Briks Experience. E l’ampliamento della mostra non si ferma qui. Perché ci saranno anche le minifigure dei presidenti Usa Joe Biden e Donald Trump, e una nuova sezione dedicata alla seconda guerra mondiale, con cannoni e panzer, soldati nazisti impegnati in varie mansioni e una minifigura di Adolf Hitler.

“I RUSSI TEMONO DI NON ESSERE BEN ACCOLTI ALLE MOSTRE”

Sempre più famiglie russe ci scrivono per chiedere conferma se saranno accettate o no nelle nostre mostre, non mi sarei mai aspettato di ricevere queste e-mail. Purtroppo la guerra in corso condiziona a tal punto le persone da spingerle a fare queste domande”, afferma Mauro Rigoni, amministratore unico di Venice Exhibition, società organizzatrice della mostra. “Certamente da parte nostra non possiamo negare gli ingressi a famiglie con bambini, di qualunque nazionalità essi siano. Non troviamo giusto che le persone comuni debbano pagare scelte politiche calate dall’alto. Non sono oligarchi, ma solo persone straniere che risiedono in Italia per motivi di lavoro o studio”, continua. “L’arte, la cultura, il divertimento sono un diritto di tutti, per questo motivo tutti saranno sempre ben accetti nelle nostre mostre. Invito tutti a venire in visita alla mostre di Jesolo: di provenienza russa, ucraina, o altre nazionalità, senza problemi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.