Bicentenario Canova, conferenza sull’artista moderno

Bicentenario Canova, conferenza sull’artista moderno
Tra Settecento e Ottocento a livello internazionale Antonio Canova veniva riconosciuto come il “genio neoclassico”. Nato in provincia di Treviso nel 1757, quest’anno se ne celebrano i 200 anni dalla morte, sopraggiunta il 13 ottobre 1822 a Venezia. Ricco il calendario di eventi per celebrare il bicentenario della sua scomparsa in Italia come all’estero  Serena Bertolucci, direttrice del Palazzo Ducale di Genova, farà tappa ad esempio a Stoccarda per la conferenza “Canova e l’artista moderno”.
L’appuntamento – come si legge sul sito dell’Iic  – è giovedì 19 maggio dalle 19  alle 20.30 ed è organizzato dallo stesso IIc in collaborazione con l’Università di Stoccarda. Antonio Canova è ritenuto il massimo esponente del Neoclassicismo in Italia, noto soprattutto per le sue sculture, fra tutte “Amore e Psiche”. La sua opera ha saputo unire classicismo e sensibilità moderna, fu apprezzata già da esponenti del Romanticismo e riscoperta alla metà del Novecento.
Nell’ambito delle celebrazioni in occasione del Bicentenario della morte dello scultore e pittore, Bertolucci illustrerà alcune delle opere più celebri di Canova, tra neoclassicismo e romanticismo.
9Colonne
Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.