Smart City o città intelligente: come funziona

Smart City o città intelligente: come funziona
Il termine di Smart City è spesso associato al concetto di città del futuro e fa riferimento soprattutto a grandi realtà; oggi sappiamo che l’immagine di città intelligente supera le innovazioni tecnologiche e apporta una nuova idea di concepire un modello di organizzazione urbana, fondato sul benessere dei cittadini e sull’efficienza energetica.

A concepire la definizione di Smart city è l’Unione Europea, secondo cui la città intelligente è un luogo in cui reti e servizi sono resi funzionali, grazie all’uso di tecnologie digitali e di telecomunicazione, a beneficio di abitanti e attività economiche. In una città Smart, le reti di trasporto urbano sono ad alte prestazioni, la rete idrica è implementata, mentre le strutture per lo smaltimento dei rifiuti risultano efficienti e a basso impatto ambientale; nello specifico, anche l’Amministrazione Pubblica risulta maggiormente interattiva e reattiva nei rapporti con il privato.

Smart City: definizione

Ma cosa si intende esattamente per Smart City? Ebbene, la Smart City è una vera e propria città, dotata di intelligenza artificiale (IA) che le permette di interagire con le azioni e le attività dell’uomo, mediante un sofisticato apparato tecnologico; è una città che offre ai cittadini la possibilità di usufruire dei servizi essenziali in maniera veloce e ottimale, con supporti di realtà aumentata (AR), edge, blockchain, cloud computing e altre soluzioni innovative.

L’idea è quella di realizzare un legame immediato tra le infrastrutture presenti nelle città ed il capitale umano e sociale di chi le abita, adottando le più moderne tecnologie ai settori della mobilità, comunicazione, ambiente ed efficienza energetica.

Caratteristiche essenziali di una Smart City

  • fruibilità dei servizi;
  • accessibilità a Internet accessibile tramite WiFi (insieme di tecnologie per reti locali);
    • modernizzazione della rete stradale e dei trasporti.

    Il progetto nasce dapprima in ambito urbanistico ed architettonico, anche se la maggior parte delle città presenti del nostro Paese risulta meno adatta a questo decisivo passaggio. L’insieme delle strategie di pianificazione in campo urbano-paesaggistico, volte all’ottimizzazione e all’innovazione dei servizi pubblici ha lo scopo di mettere in relazione le infrastrutture della città con gli abitanti. L’obiettivo resta quello di perfezionare ed integrare i settori della mobilità, comunicazione, ambiente, efficienza energetica, soddisfacendo le esigenze del singolo cittadino, all’interno di un circuito armonioso ed interattivo.

    La grande metropoli brasiliana di Rio de Janeiro ha avuto il ruolo di anticipatore nel lontano 2010. L’Unione europea ha successivamente stilato un piano per la realizzazione delle principali Smart city, mettendo a disposizione un budget di 12 miliardi di euro a favore del progetto Eu Smart City

    Come vengono classificate le città intelligenti

    Le città intelligenti sono classificate sulla base di sei aspetti principali:

    • economia;
    • mobilità;
    • ambiente;
    • abitanti;
    • qualità della vita;
    • governance.

    Si tratta di sei assi urbani che portano le città a risolvere i problemi che si presentano ai residenti.

    Servizi offerti da una città intelligente

    Quali sono gli interventi e i servizi offerti?

     parcheggi esterni collegati con mezzi pubblici per una mobilità eco-sostenibile. La risposta è una notevole riduzione del traffico con conseguente abbassamento dei livelli di inquinamento dell’aria e con servizi più economici;
    • gestione di parchi e spazi verdi, un elemento importantissimo affinché una città possa essere considerata smart;
    • edifici intelligenti a basso impatto ambientale. Gli immobili ad alta classificazione energetica, consentono una riduzione

    delle spese per il consumo d’acqua tra il 40% e il 70% ed un taglio delle emissioni di CO2 del 7% oltre che una riduzione della produzione di rifiuti superiore al 90%;
    • energia rinnovabile. Per una Smart city è fondamentale diminuire la dipendenza da fonti inquinanti, a favore di energia pulita;
    • biogas derivante dai reflui organici: le città dovranno essere in grado di recuperare il biogas e trasformarlo in energia pulita. Il risultato è un sostanziale ridimensionamento delle emissioni di CO2;
    • telecomunicazioni digitali di ultima generazione. Smartphone e Tablet, collegati ad applicazioni in grado di segnalare i percorsi da seguire in base al traffico o alla verifica delle disponibilità di parcheggi;
    • sistemi informatici a sostegno di un maggiore risparmio energetico, in grado di monitorare i consumi e contenere gli sprechi;
    • car sharing. Una soluzione efficientissima sia dal punto di vista economico che pratico, il car sharing è imprescindibile in una città smart;
    • mobilità e trasporti adeguati e proporzionati al numero dei cittadini;

    Si tratta dunque di un impegno complessivo volto a migliorare le esperienze per i cittadini, i visitatori e le aziende dell’area urbana e a plasmare un futuro migliore per le nostre città.
    Ricorda: una città intelligente è una città più partecipata e inclusiva.

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.