A Dublino la mostra di Valeria Petrone

A Dublino la mostra di Valeria Petrone
Dopo Mario Sughi, continua con Valeria Petrone il ciclo “L’Illustrazione italiana 2022“ all’Istituto Italiano di Cultura di Dublino.

Giovedì 5 maggio alle ore 18.00 si inaugurerà, presso le sale al primo piano dell’Istituto, la mostra “Creatures of Wonder“ che raccoglie 23 disegni, 9 dipinti e un’opera in ceramica dell’illustratrice italiana Valeria Petrone.

Si tratta della seconda esposizione dedicata a “L’Illustrazione italiana 2022“, che durante tutto il 2022 porterà all’attenzione del pubblico dublinese un totale di 5 esposizioni di 6 artisti, 5 italiani e 1 irlandese.
La mostra “Creatures of Wonder”, ad ingresso gratuita, sarà visitabile nei giorni feriali dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 14.30 alle 16.30 presso l’Istituto Italiano di Cultura fino al 27 maggio 2022.

L’artista sarà presente all’inaugurazione.

“Wonder”, meraviglia, è un termine che ben si addice a descrivere il lavoro artistico di Valeria Petrone, perché racchiude in sé lo stupore infantile verso il mondo e la ricchezza di una natura che non smette mai di sorprendere.
Questo doppio registro espressivo si riflette nelle due sezioni della mostra ospitata nelle sale dell’Istituto Italiano di Cultura di Dublino.

Il percorso espositivo comincia con una serie di ritratti in acrilico su tela di donne immaginarie: figure femminili forti, generose, profondamente legate all’energia della natura, alla dimensione animale e vegetale. In questa prima parte troveranno spazio anche alcune opere in ceramica.
Nella seconda sezione viene esposta una raccolta di illustrazioni tratte da alcuni dei molti libri e pubblicazioni per l’infanzia che l’autrice e illustratrice ha realizzato negli anni: animali, mostri delicati, creature curiose e fuori dall’ordinario prendono qui forma e vita strappando sorrisi e invitandoci a spalancare gli occhi.

Valeria Petrone vive a Milano, ma cresce professionalmente a Londra, dove inizia ad illustrare i suoi primi libri per bambini. Dal 1988 ha pubblicato oltre 40 titoli in Italia, Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna. I suoi lavori spaziano dalla letteratura per l’infanzia alle illustrazioni per la pubblicità, copertine di libri, packaging, app digitali, animazioni, giornali e riviste.

Le sue opere sono state selezionate dagli Annual di Society of Illustrators of New York, American Illustration, Communication Arts, Autori di Immagini e hanno vinto numerosi premi tra cui nel 2008 e nel 2014 la medaglia d’oro da 3×3 Pro Show Annual. Nel 2015 l’app Goodnight Dadà, realizzata in collaborazione con Studio Elastico, ha ricevuto il “Bologna Ragazzi Digital Award“ e il “Premio Andersen“.

Nel 2021 è stata insignita del Premio alla Carriera dall’Associazione Autori Italiani.
Persegue anche la carriera di pittrice e le sue opere sono state esposte in Italia e all’estero. Tra le mostre più recenti, la collettiva “Wave” East Sea International Art Pre-Biennial del 2021 tenutasi nella provincia di Gangwon e nella città di Donghae, in Corea, nel 2019 e nel 2018 “Mixed _Melted, Global Illustration Poster Show” in Fiera di illustrazione di Seoul, Corea.

“Mukashi, Mukashi” per Images of Fantasy Sàrmede nel 2017, W. Women in Italian Design – al Triennale Design Museum di Milano nel 2016 e “Close Up” – al Museo Arti Visive di Palazzo Collicola a Spoleto nel 2015, e due personali mostre: nel 2011 ad Arezzo presso Palazzo Chianini-Vincenzi nel 2014 e a Roma nella galleria CR – Art Palazzo Taverna.
Dal 2021 le sue immagini tratte dal libro “Un mondo concepito per sbaglio“, scritto da Umberto Sebastiano, sono entrate a far parte della Collezione Farnesina del Ministero degli Affari Esteri italiano.

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.