Almeno 180 mila ucraini sono tornati in patria a combattere

Almeno 180 mila ucraini sono tornati in patria a combattere
Due soldati ucraini si riparano dal fuoco russo a Irpin, alla periferia di Kiev (keystone) - Via RSI NEWS

Il dato è stato riferito dalla commissaria europea agli Affari interni, Ylva Johansson, nell’audizione alla commissione Libertà civili del Parlamento europeo.

 

“Sappiamo che circa 180 mila ucraini hanno lasciato l’Ue per tornare in Ucraina principalmente per combattere, ma ci sono anche persone, sia cittadini Ue che ucraini che lavorano per ong, che stanno facendo avanti e indietro ai confini”, anche se “non ci sono numeri ufficiali su questi movimenti”. Lo ha dichiarato la commissaria europea agli Affari interni, Ylva Johansson, nell’audizione alla commissione Libertà civili del Parlamento europeo.

La commissaria ha poi ricordato che la legge ucraina chiede agli uomini maggiorenni di restare nel Paese a combattere, ma ciò non impedisce loro di entrare nell’Ue “per ricevere il permesso stabilito dalla direttiva sulla protezione temporanea” che viene concesso a tutti gli ucraini in fuga.

AGI

 

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.