Myanmar, San Suu Kyi condannata a 4 anni

Myanmar, San Suu Kyi condannata a 4 anni

Un tribunale di Myanmar ha condannato questa mattina l’ex capo del governo civile nonché Nobel per la pace, Aung San Suu Kyi, a quattro anni di carcere per incitamento ai disordini pubblici e violazione delle norme sanitarie legate al Covid. Lo ha reso noto un portavoce della giunta militare al potere nell’ex Birmania. Assieme alla premio Nobel, rovesciata dai militari a febbraio, è stato condannato alla stessa pena detentiva anche l’ex presidente Win Myint. Le autorità militari hanno comunque escluso che “per il momento” i due vengano trasferiti in un luogo di detenzione.

Secondo il portavoce dei militari, San Suu Kyi e Myint “dovranno affrontare anche altre accuse”. Immediata la reazione di Amnesty International secondo cui “Le pesanti condanne inflitte ad Aung San Suu Kyi sulla base di false accuse sono l’ultimo esempio della determinazione dell’esercito a eliminare ogni opposizione e ad estinguere le libertà in Birmania”. 9Colonne

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *