Nasce a Beirut la “Biblioteca Italia”

Nasce a Beirut la “Biblioteca Italia”

BEIRUT  L’ambasciatrice d’Italia in Libano, Nicoletta Bombardiere, ha inaugurato insieme al direttore del Centro di Lettere e Traduzione, Rabih Machaalany, la Biblioteca Italia, dono del Ministero italiano della Cultura, in collaborazione con il Ministero italiano degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, al Centro di Lingue e Traduzione.
La cerimonia si è svolta alla presenza del preside della Facoltà di Lettere e di Scienze Umanistiche presso l’UL, Ahmad Rahab, della direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura in Libano, Monica Zecca, della lettrice presso l’Università Libanese, Caterina Carlini, e di un’ampia rappresentanza di studenti della lingua italiana.
La Biblioteca Italia costituisce un prestigioso riconoscimento che quest’anno il Ministero della Cultura italiano ha deciso di assegnare al Centro di Lingue e di Traduzione quale prominente istituzione nel campo della diffusione dell’italiano. Si tratta di circa 550 volumi su vari temi, dalla letteratura alla storia e alle diverse arti, dalla geografia e paesaggio all’archeologia, alla gastronomia e al cinema, comprendente anche 34 DVD di capolavori del cinema italiano. Un vero e proprio viaggio nel complesso della cultura italiana, attraverso le opere dei maggiori autori classici e contemporanei italiani.


L’Istituto Italiano di Cultura ha voluto valorizzare ulteriormente la donazione dotando la biblioteca di scaffalature appropriate alla conservazione e consultazione dei volumi attualmente esistenti e delle future acquisizioni, in modo da creare una organica e facilmente accessibile sezione italiana della Biblioteca del CLT. (aise)

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.