Perché?

Perché?

Di Giorgio Brignola

Ph Daniela Piesco

Col passare del tempo, e l’evolversi dei problemi politico/ sanitari nazionali, le nostre preoccupazioni sono aumentate in maniera esponenziale. L’interrogativo è sempre lo stesso: come sarà gestita la politica italiana dopo la Pandemia? Le argomentazioni, pro e contro, le abbiamo, da qualche tempo, evidenziate.

Prima dell’estate, sempre che si riesca a contenere la Pandemia, , il “silenzio” dovrebbe essere sciolto. Le finalità di questo Esecutivo restano a “tempo” e, nell’incertezza di un futuro migliore, è importante mantenere attuale l’informazione e verificare la successione degli eventi.
Principalmente per fare chiarezza sul programma che il Primo Ministro Draghi intende portare avanti. Le proposte operative percorribili, le vedremo nei prossimi mesi. Resta, di conseguenza, un incerto che dovrà essere spiegato al Popolo italiano. Anche per una questione di coerenza che consideriamo indispensabile.

Gli interrogativi da sbrogliare restano parecchi; ma i loro contenuti hanno da essere chiariti subito. In UE, giocare al ribasso o al rialzo, senza il conforto d’effettive pezze giustificative, proprio non ha senso. L’Italia si trova in una posizione”incerta” rispetto alle altre”stelle” d’UE. Rileviamo, infatti, delle condizioni di gestione che richiedono una “normalizzazione”. La politica ha bisogno di chiarezza operativa. Quella che ci aspettiamo nei prossimi mesi e che alimentano i nostri interrogativi.

Giorgio Brignola

Redazione@progetto-radici.it

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: