Un addetto scientifico per l’Ambasciata italiana a Canberra

Un addetto scientifico per l’Ambasciata italiana a Canberra

Il bando è aperto al personale dipendente da Pubbliche Amministrazioni, con profilo specialistico di preferenza nei settori di attività: innovazione e trasferimento tecnologico e/o fisica e/o tecnologie digitali e/o energie rinnovabili e/o spazio e osservazione della Terra e/o biomedicina e scienze della vita.
L’incarico ha una durata di due anni, rinnovabili entro un limite massimo di otto anni.
L’Esperto con funzioni di Addetto Scientifico – si legge nel bando – “è chiamato a partecipare alle attività di promozione integrata del Sistema Italia, sotto la guida dell’Ambasciatore d’Italia a Seoul, ed in particolare: a) promozione della scienza e tecnologia italiana; b) incentivazione di contatti tra enti di ricerca, istituti di alta formazione scientifica, mondo accademico italiano e aziende che investono in ricerca e sviluppo; c) partecipazione ed assistenza alle delegazioni italiane in visita nella Repubblica di Corea; d) ricognizione ed informativa su ricerca, sviluppo e innovazione nella Repubblica di Corea; e) organizzazione di iniziative a carattere scientifico e tecnologico; f) promozione della mobilità di ricercatori e studiosi”.
Le candidature devono essere presentate, a pena di esclusione, esclusivamente per via telematica, al link inviando la propria manifestazione di interesse e motivazione corredata di curriculum vitae et studiorum in lingua italiana.
Il testo integrale del bando è disponibile qui 

Antonio Peragine

Antonio Peragine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: