Sinner “Sognavo di vincere uno Slam, non andrò a Sanremo”

ROMA (ITALPRESS) – “Il mio sogno è sempre stato vincere uno Slam, ora che ce l’ho fatta stiamo lavorando per sentire di nuovo quella sensazione. Adesso voglio tornare in campo e lavorare, perchè è questo che mi ha portato a fare quello che ho fatto. Proviamo a fare piccoli passi in avanti, l’obiettivo è quello lì”. Sono queste le parole di Jannik Sinner, fresco vincitore degli Australian Open, durante la conferenza stampa celebrativa della sua impresa a Roma. “Sono contento di condividere le emozioni con tutti voi, ma abbiamo tanti tornei durante l’anno e tante possibilità di fare bene, così come di fare male. Dobbiamo essere pronti. Sono felice di questo traguardo per me e per il mio team, si sente il calore della gente e mi piace, ma sono lo stesso ragazzo di due settimane fa”, aggiunge il campione altoatesino. Che ne approfitta per declinare l’invito di Amadeus a salire sul palco dell’Ariston per l’imminente Festival di Sanremo: “Farò il tifo da casa. E’ un evento bello, ma sto facendo qui due giorni a Roma dopo l’Australia e quando dovrei andare a Sanremo, sarò già a lavorare, ed è quello che mi piace fare. Per questo non andrò al Festival”. Per quanto riguarda il suo futuro prossimo, Sinner ammette che “le Olimpiadi saranno un momento chiave per me, anche per la mia crescita. Sarà la prima volta che le gioco, sono contento di farne parte. Ci sono tutti gli atleti migliori del mondo, non vedo l’ora di conoscerli e di prendere spunto da loro. Sarà uno dei tornei più importanti dell’anno, sono contento di esserci e speriamo che l’Italia possa portare a casa più medaglie possibili. Io portabandiera? Non ci sto pensando”, assicura. Il 22enne di San Candido, che auspica il ritorno del suo amico Berrettini e di sciare con un altro mito come Tomba, conclude svelando che “non ho segreti, è tutto frutto del duro lavoro. Io mi sveglio la mattina e la prima cosa che penso è allenarmi. Giocare a tennis è quello che mi piace fare e se il mio avversario è più bravo di me gli do la mano e torno ad allenarmi. Ci saranno momenti difficili ma non ho paura”.– Foto Italpress/Spf –(ITALPRESS).

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.