Lombardia, Fontana “Abbatteremo in pochi mesi le liste d’attesa”

Lombardia, Fontana “Abbatteremo in pochi mesi le liste d’attesa”

MILANO (ITALPRESS) – La prima azione se sarà riconfermato? “Sicuramente continuo la battaglia per l’abbattimento delle liste d’attesa. Una cosa che succede in tutta Italia ma questo non può essere una giustificazione: noi sbagliamo perchè le abbiamo, per questo stiamo affrontando il progetto dell’assessore Guido Bertolaso e sono convinto che, se potremo proseguire, nello spazio di pochi mesi potremo del tutto abbatterle”. Torna a ribadirlo il presidente di Regione Lombardia e ricandidato del centrodestra alle prossime elezioni, Attilio Fontana. Intervistato da Claudio Brachino per la rubrica di Italpress “Primo Piano”, il governatore – che dice di temere l’astensionismo – spazia tra i temi di punta del suo programma elettorale e rivendica quanto fatto rilanciando i suoi cavalli di battaglia (dalla sanità all’ambiente, dall’efficienza amministrativa all’asse sui trasporti col ministro Matteo Salvini). Una stretta di spalle alla domanda di Brachino sui rapporti con l’avversaria ed ex numero due al Pirellone Letizia Moratti chiude l’intervista. “Non so cosa sia successo – afferma a proposito – io sono andato d’accordo con la dottoressa Moratti fino alla fine della nostra collaborazione, tanto che quando lei ha proposto la sua candidatura ho ritenuto che fosse assolutamente legittima. Non l’ho ritenuta un affronto. Quando poi però il centrodestra ha scelto me, si è creata una situazione che non è stata giustificata da un nostro litigio o da qualcosa che non ha funzionato”. E dunque i temi. In primis la sanità, focus su quella di vicinato. Potenziarla è la principale lezione del Covid: “Partendo dal presupposto che la sanità lombarda continuerà ad essere una eccellenza europea, sicuramente si possono fare scelte diverse. Scelte che vanno nella direzione del provvedimento previsto dal governo Draghi, il quale ha dato risorse alle regioni per realizzare una sanità vicina a cittadini. Sanità di vicinato, infatti, vuol dire rendere i servizi più semplici e più vicini a cittadini senza costringere i cittadini ad andare in ospedale”. Ospedali da non sovraccaricare: “Oggi nei pronto soccorso, l’80% dei codici sono bianchi o verdi”, ecco quindi la funzione delle case di comunità. Il tema fa da leva per chiudere una certa questione e rispondere a “qualcuno che specula” sulle inaugurazioni di case e ospedali di comunità: dato che “sono finanziate da 1,2 miliardi di fondi provenienti dal Pnrr, se non li avessimo usati li avremmo persi”. Casa e rigenerazione, caro-vita, sostenibilità, innovazione e ricerca, mobilità: Fontana parla a tutto campo raccontando il lavoro della sua giunta e la visione della Lombardia che immagina, a partire dall’impegno per un grande piano di infrastrutturazione sia su gomma sia su ferro (questo con Rfi). “Insopportabile” l’ esistenza di “decine di tratte monorotaia”, l’orizzonte è segnato dalle Olimpiadi di Milano-Cortina: arrivare pronti al grande appuntamento del 2026 passa anche dal miglioramento dei collegamenti interni, specie nelle aree di Cremona e Mantova, spiega, dove “le infrastrutture sono carenti”. Sullo sfondo, caldissima, l’autonomia disegnata dal ministro per gli affari regionali e le autonomie Roberto Calderoli, prossima ad arrivare in Consiglio dei ministri. Tema di bandiera del Carroccio, il presidente la saluta come “una grandissima occasione, soprattutto per il Sud”. Altro che “spaccare l’Italia, dato che è una legge costituzionale: non va a sottrarre risorse a nessuno – assicura – noi non chiediamo un euro in più, ma diciamo che” come Regioni “siamo convinti di riuscire a rendere servizi migliori dello Stato a un prezzo inferiore”. Respinte quindi al mittente le accuse e le avvertenze a non creare cittadini di serie A e serie B: le diseguaglianze di oggi, semmai, conclude Fontana, “sono figlie del centralismo, non dell’autonomia”.
– foto Italpress –(ITALPRESS).

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.