“Teodorico Pedrini (1671-1746): musica e missione nella Cina del settecento”

“Teodorico Pedrini (1671-1746): musica e missione nella Cina del settecento”
L’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai partecipa all’organizzazione del convegno internazionale su “Teodorico Pedrini (1671-1746): musica e missione nella Cina del Settecento”. L’importante iniziativa si terrà sabato 4 giugno, alle ore 15:30, presso Palazzo dei Priori a Fermo e vedrà fra i relatori anche il direttore dell’IIC Francesco D’Arelli.

Italia Nostra-Sezione del Fermano, Centro Studi Teodorico Pedrini, Città di Fermo, Università di Macerata, Arcidiocesi di Fermo, Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l’Oriente (ISMEO), Conservatorio di Musica Giovanni Battista Pergolesi e Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo sono gli altri organizzatori del convegno, che si svolge in occasione del 350° anniversario della nascita di Teodorico Pedrini (1671-2021).

Originario di Fermo, Teodorico Pedrini partì per la Cina nel 1702, approdando a Macao solo all’inizio del 1710 e a Pechino nel febbraio del 1711, dove frequentò la Corte Imperiale sino al 1746, anno della sua morte. A Corte fu benvoluto dall’imperatore Kangxi, soprattutto per il suo talento musicale. Insegnò musica, costruì strumenti musicali e fu autore con Tomas Pereira, gesuita portoghese, del primo trattato di teoria musicale occidentale pubblicato in Cina nel 1714 e intitolato Lülü zhengyi xubian (1714), in seguito incluso nella monumentale opera enciclopedica nota col titolo Siku quanshu, pubblicata nel 1781. Pedrini è autore delle uniche composizioni di musica occidentale conosciute in Cina nel XVIII secolo, le “Dodici Sonate a Violino Solo col Basso del Nepridi – Opera Terza”, il cui manoscritto originale è tutt’oggi conservato nella Biblioteca Nazionale Pechino.

Il convegno si aprirà con i saluti delle autorità e vedrà poi gli interventi di illustri relatori tra cui Francesco D’Arelli (Istituto Italiano di Cultura di Shanghai, ISMEO) su “Il ruolo di Pedrini nella controversia dei riti”. Prenderanno inoltre la parola: Filippo Mignini (Università degli Studi di Macerata, Accademia Nazionale dei Lincei), La missione cinese da Matteo Ricci a Pedrini; Eugenio Menegon (Boston University), Pedrini e gli altri missionari a Pechino; Luigi Mezzadri C.M. (Pontificia Università Gregoriana), Pedrini missionario di Propaganda Fide; Michela Catto (Università degli Studi di Torino), Intenzione, interpretazione e ambiguità nella controversia sui riti cinesi; Peter C. Allsop (Conservatorio di Musica di Pechino), Il contributo dei Pedrini all’introduzione della musica europea in Cina; Jacques Baudouin (scrittore), La vita romanzata di Teodorico Pedrini.

Moderato dal giornalista e scrittore Fabio Isman, l’incontro si chiuderò con sin concerto con musiche di Teodorico Pedrini a cura del Conservatorio G.B. Pergolesi di Fermo. (aise)

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.