Ogni anno 14 mld di mozziconi lasciati sulle spiagge. Ingeriti da animali finiscono negli alimenti

Ogni anno 14 mld di mozziconi lasciati sulle spiagge. Ingeriti da animali finiscono negli alimenti
 Gettare un mozzicone nei cestini è un gesto banale, eppure delle circa 6 trilioni di sigarette fumate ogni anno in tutto il mondo, 4,5 trilioni di mozziconi vengono dispersi nell’ambiente. Di questi 14 miliardi se ne contano solo in Italia, mentre nel Mediterraneo rappresentano il 40% dei rifiuti complessivi.

Una vera e propria emergenza contro la quale Marevivo e British American Tobacco Italia scendono in campo con la terza edizione della campagna “Piccoli gesti, grandi crimini”, che ha l’obiettivo di sensibilizzare cittadini e amministrazioni locali sul fenomeno del littering, l’abbandono nell’ambiente non solo di mozziconi, ma anche piccoli rifiuti come bottigliette, tappi e scontrini. Obiettivo dell’iniziativa è anche la raccolta di dati per capire e prevenire il fenomeno. La campagna, patrocinata dal Mite, coinvolgerà Trieste (26 maggio-1 giugno), Salerno (24 giugno-1 luglio), Pescara (22-28 luglio) e Viareggio (26 agosto-1 settembre) dove saranno distribuiti 50mila posacenere tascabili e riutilizzabili.

“Per questo motivo nel 2020 abbiamo lanciato la campagna Piccoli Gesti, Grandi Crimini, per sensibilizzare sulle conseguenze dell’abbandono di mozziconi nell’ambiente, promuovere l’installazione di cestini nelle città e contrastare concretamente il problema.

Durante le prime due edizioni della campagna abbiamo dimostrato che azioni e iniziative mirate possono più che dimezzare la presenza di mozziconi di sigarette nell’ambiente!”.

Si stima che circa il 65% dei fumatori non smaltisca correttamente i mozziconi delle sigarette, con una gran quantità che invade fiumi, coste e spiagge, finendo in poi mare. Il filtro di sigaretta, spiegano Marevivo e Bat, è tra i materiali più pericolosi per l’ambiente. Composto da acetato di cellulosa non si biodegrada scomponendosi in migliaia di microplastiche che rimangono nel mare per sempre.

Scambiati per cibo, così come altri rifiuti quali tappi, sacchetti e piccoli pezzetti di plastica, vengono ingeriti da uccelli, pesci, tartarughe, che possono arrivare anche a morire a causa di avvelenamento da tossine o soffocamento. “In questa edizione di Piccoli gesti grandi crimini il mozzicone non sarà l’unica arma del delitto”, ha spiegato la responsabile relazioni istituzionali di Marevivo, Raffaella Giugni, ma “nelle ‘scene del crimine’ che verranno posizionate anche questa estate nelle quattro nuove città, si troveranno altri rifiuti tra i più presenti sulle spiagge e nelle nostre città.

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.