Biden potrebbe andare presto in Ucraina

Biden potrebbe andare presto in Ucraina
© Kerem Yucel / AFP

I russi confermano l’evacuazione dei civili dall’acciaieria di Mariupol. Kiev chiude i porti delle città occupate fino a quando non ne sarà stato ripreso il controllo

In nottata i russi hanno ripreso di bombardamenti dell’Azovstal. Finora evacuate un centinaio di persone dirette a Zaporizhzhia, come ha riferito il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. L’iniziativa è condotta in collaborazione con l’Onu.

Domenica a Kiev è arrivata in visita, alla guida di una delegazione, la presidente della Camera Usa, Nancy Pelosi, che ha ribadito l’impegno di Washington a fornire armi all’Ucraina, nonostante le minacce di Mosca. Anche il cancelliere tedesco Olaf Scholz, da Berlino, ha assicurato solidarietà all’Ucraina e l’invio di armi a Kiev.

AGI

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.