La Comunità di Sant’Egidio inaugura una nuova casa per anziani a Balaka (Malawi)

La Comunità di Sant’Egidio inaugura una nuova casa per anziani a Balaka (Malawi)

Da molti anni la Comunità di Sant’Egidio visita e aiuta i molti anziani della zona di Balaka, in Malawi, sostenendoli nelle loro necessità: il cibo, la salute, la casa e altri bisogni. Nel tempo è nata un’amicizia che ha legato sempre più i giovani della Comunità agli anziani e ha generato una rete di protezione per la loro vita, non solo per rispondere ai loro bisogni ma anche una protezione dalle violenze di cui sono oggetto.


Balaka è un’area molto rurale del Malawi, dove la popolazione vive essenzialmente di agricoltura, i giovani appena possono vanno a vivere in città e gli anziani restano soli. Spesso vivono di elemosina o di qualcosa che riescono a racimolare negli scarti dei mercati, oppure, alle volte, accusati di stregoneria per la loro longevità subendo violenze che a volte portano alla morte.


Purtroppo per vari motivi, alcuni di loro, finiscono per vivere per strada. A volte con le piogge le loro case crollano, altre volte non sono in grado di pagare un affitto o anche vengono espropriati della loro casa dai familiari che se ne impossessano. Il bisogno di case per loro cresce ogni giorno. Grazie al lascito di un’anziana italiana a cui era stata raccontata la condizione dei suoi coetanei in Malawi, la Comunità è riuscita a costruire una bella casa famiglia di tre stanze, che ospiterà 5 persone.
Grande la gioia di Lucy, Malingamoyo e suo marito, di Mzunga e John per la nuova casa.


Lucy, 73 anni, – spiega Sant’Egidio – aveva perso la sua casa a causa delle grandi piogge dello scorso anno e dormiva in ripari di fortuna per la strada, ha salutato l’ingresso nella nuova casa ringraziando: “Mai avrei pensato nella mia vita di poter avere una casa come questa e una famiglia che mi vuole bene. Che Dio vi benedica”.


La casa di Balaka è la seconda casa famiglia per anziani di Sant’Egidio, dopo quella di Blantyre, aperta in Malawi.
L’inaugurazione è stata fatta in occasione della 5° Giornata mondiale dei poveri, istituita da papa Francesco.

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.