“La felicità del lupo”: Paolo Cognetti presenta il suo libro ad Amburgo

“La felicità del lupo”: Paolo Cognetti presenta il suo libro ad Amburgo

Martedì 5 ottobre, alle ore 19:00, presso la Chiesa di Santa Katharinen, si terrà un incontro con l’autore Paolo Cognetti che parlerà del suo nuovo romanzo “La felicità del lupo“, edito per i tipi Einaudi (2021). L’evento è organizzato dall‘Istituto Italiano di Cultura di Amburgo in collaborazione con gli Istituti Italiani di Cultura di Berlino e di Monaco di Baviera, le case editrici Einaudi e Penguin Verlag e la libreria Heymann.


L‘incontro sarà moderato da Francesca Bravi dell’Università CAU di Kiel, che curerà anche la traduzione in consecutiva per le domande del pubblico. La lettura ad alta voce dei testi in tedesco sarà a cura di Annalena Schmidt.


L’evento è organizzato in conformità con la regola 3G (accesso consentito solo a persone che possono attestare la loro vaccinazione, guarigione o l’esito attuale e negativo di un tampone). La partecipazione all’evento è gratuita, ma l’ingresso è ammesso solo solo su prenotazione, che deve pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica: events@iic-hamburg.de.


A partire dal 20 ottobre 2021 sarà possibile ascoltare una prova di lettura in tedesco a cura di Torben Kessler, registrata per Der Audio Verlag.
L’edizione italiana del romanzo di Cognetti “La felicità del lupo“ uscirà a fine ottobre, dopo le uscite in Francia, Spagna, Olanda e Germania.


Il romanzo è stato tradotto in tedesco con il titolo “Das Glück des Wolfes“ da Christiane Burkhardt e pubblicato dalla Casa editrice Verlag Penguin di Monaco di Baviera.


I protagonisti del romanzo di Cognetti sono Fausto e Silvia, che si incontrano per la prima volta nel villaggio di montagna di Fontana Fredda. Insieme vivono l’esperienza di come l’inverno si posa sulla piccola città e sui suoi abitanti. Mentre Fausto si gode il silenzio lontano dalla città, lo sguardo di Silvia è sempre rivolto verso la cima più alta, il prossimo ghiacciaio. Tuttavia, sono vicini e felici come non mai. Finché un giorno Fausto decide di lasciare le montagne e con esse Silvia. Ma tornato in città, i pensieri di Fausto continuano a ruotare intorno a Silvia – e alla vita che lui desidera così disperatamente.

Dopo il suo bestseller internazionale “Otto montagne”, Paolo Cognetti torna al mondo mozzafiato dell’alta montagna italiana. Ci porta in un viaggio verso i ghiacciai più alti e ci confronta con le domande essenziali della nostra vita.

Chi vogliamo essere? Quale è il nostro posto?

Una storia d’amore poetica su ciò che ci avvicina l’uno all’altro.


Paolo Cognetti, classe 1978, è quel che si dice uno scrittore di talento, tanto che con il suo romanzo Le otto montagne è riuscito a vincere il prestigioso Premio Strega (2017), vendendo in più di 30 paesi. A soli 18 anni ha le sue prime esperienze nella scrittura. In seguito frequenta la facoltà di Matematica all’Università di Milano, e studia anche letteratura americana da autodidatta. Ma non è la sua strada, tanto che si iscrive qualche tempo dopo, diplomandosi poi, alla Civica Scuola di Cinema del capoluogo lombardo. Si cimenta nella realizzazione di documentari, fondando con Giorgio Carella Cameracar, casa di produzione indipendente. Ma la sua vera strada è la scrittura. Debutta nel 2003 con il racconto Fare ordine, grazie al quale vince il Premio Subway – Letteratura.

Successivamente pubblica La qualità dell’aria – Storie di questo tempo, Manuale per ragazze di successo, Una cosa piccola che sta per esplodere, Sofia si veste sempre di nero, Il nuotatore, libri che hanno conquistato il plauso della critica e del pubblico.

La vittoria al Premio Strega 2017 con il suo primo romanzo Le otto montagne. ha consacrato Cognetti nel panorama letterario italiano e non solo.


Cognetti ha inoltre pubblicato una serie di saggi: New York è una finestra senza tende, una guida dedicata alla capitale americana, Il ragazzo selvatico, nato come diario dopo i lunghi periodi trascorsi in montagna, Tutte le mie preghiere guardano verso Ovest e A pesca nelle pozze più profonde, una vera e propria meditazione sull’arte di scrivere racconti. Nel 2018 esce anche Senza mai arrivare in cima, che narra la sua esperienza sui monti de l’Himalaya.

Cognetti è profondamente amante della montagna: una passione maturata fin da piccolo, quando, come ricorda Il Corriere della Sera, trascorreva i mesi estivi nella baita di famiglia in Valle D’Aosta. Lo scrittore cura inoltre un blog Capitano mio capitano.


Paolo Cognetti presenterà il suo nuovo romanzo anche a Berlino il 4 ottobre e a Monaco di Baviera il 6 ottobre.

Daniela Piesco

Daniela Piesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *