Turismo delle radici in Lombardia: La storia millenaria della città di Mortara

Turismo delle radici in Lombardia: La storia millenaria della città di Mortara

Le acque del Ticino, in Lombardia, separano l’hinterland milanese da quello della città di Pavia e della sua provincia.
Sul lato occidentale delle sponde di questo fiume, dopo aver superato il comune di Vigevano, ecco che si incontra il magnifico comune di Mortara. La storia di questo paese affonda le sue radici nell’antichità, molti secoli prima della nascita di Cristo. Nel corso degli anni, queste terre assistettero e in alcuni casi divennero teatro di numerosi eventi storici, come la sanguinosa battaglia che si tenne nel XIII secolo tra Carlo Magno – re dei Franchi – e il sovrano longobardo Desiderio.

Fu proprio a seguito di questo scontro che, secondo la tradizione, l’area circostante prese il caratteristico nome di “Mortis Ara” – altare della morte. Il centro storico della città è costellato di chiese e architetture religiose monumentali, ognuna con alcune caratteristiche peculiari che la rendono una tappa imperdibile nel viaggio alla scoperta di questa città. Partendo dalla maestosa Basilica di San Lorenzo, Duomo della città, disegnata nel XIV dai lineamenti gotici, la quale custodisce al suo interno preziosissime opere d’arte: tra queste la tavola lignea della Crocifissione con la Maddalena, il famoso Polittico di San Giuseppe e alcuni stupefacenti affreschi, che rendono la Chiesa un vero e proprio museo.

Continuando per le vie della città, ecco ergersi altri splendidi luoghi di culto, come l’Abbazia di Santa Croce, la Chiesa di Santa Veneranda (patrona della città assieme a San Lorenzo) e la più famosa Abbazia di Sant’Albino, situata appena fuori dal centro urbano.
Dopo aver attraversato le meravigliose piazze di Monsignor Dughera e piazza Martiri della Libertà, un ultimo sguardo va dato all’imponente palazzo del Municipio, situato proprio di fronte a quest’ultima piazza, e alla semplice ma elegante facciata del Teatro Vittorio Emanuele II.

COME ARRIVARE: Da Pavia, Mortara è raggiungibile sia in automobile, percorrendo la SP596 in direzione Mortara, superando il comune di Carlasco, oppure in treno. Anche la città di Milano è collegata alla località tramite treno, mentre in macchina il paese è raggiungibile seguendo prima l’A7 in direzione Genova fino a Propello, per poi proseguire lungo la SP596.

ALTRI LUOGHI DA VISITARE: L’area delimitata dai confini delle acque dei fiumi Po e Ticino delineano il profilo di un territorio costellato di veri e propri gioielli cielo aperto, tutti da visitare. Oltre alla ben famosa città di Pavia, nei dintorni di Mortara si possono incontrare le splendide località di Garlasco e di Vigevano. (9colonne)
https://www.comune.mortara.pv.it/hh/index.php

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *