Tra sport ed elezioni, negli Stati Uniti è tutto pronto per il Super Bowl

Mondo

 La strategia marketing dei politici in vista del Super Bowl 2020. Una sfida a colpi di spot con Donald Trump pronto a sfidare Bloomberg.

WASHINGTON (STATI UNITI) – La strategia marketing dei politici in vista del Super Bowl 2020. Il più grande appuntamento dello sport americano andrà in scena Miami nella notte italiana tra domenica 2 e lunedì 3 febbraio. Un occasione per i candidati delle prossime elezioni presidenziali, previste a novembre. Le primarie dei democratici sono alle porte e Bloomberg è pronto a sfruttare questo evento per aiutare la sua campagna elettorale. Il miliardario, però, sarà sfidato da Donald Trump, pronto ad aumentare i propri consensi dopo un periodo non assolutamente facile. La sfida a colpi di spot La conferma della sfida a colpi di spot è stata confermata anche da Stella Romagnoli di IAA: “Si parla di circa 5-6 milioni di dollari per ogni pubblicità – ha spiegato ai microfoni di affaritaliani.it – e, malgrado le cifre enormi, i principali brand mondiali hanno fatto a gare per accaparrarseli. Bloomberg e Trump si sfideranno a colpi di spot, attesissimi quanto costosi, dacché ai due magnati, per quanto influenti, non è stato accordato alcuno sconto sul listino per il minuto ciascuno concesso la Nfl incasserà 20 milioni di dollari“.

fonte foto https://www.facebook.com/WhiteHouse

La polemica sul caso Corey Jones E la polemica non mancherà. La Nfl, infatti, ha in programma di mandare in onda uno spot di 30 secondi contro la polizia della Florida per l’omicidio di Carey Jones. Il cugino dell’ex giocatore Anquan Boldin è stato ucciso nel 2015 da un agente. “Si tratta di un fenomeno chiamato politicization – ha spiegato Stella Romagnoli – ormai consolidato negli Usa e in altri Paesi più evoluti dell’Italia dal punto di vista della pubblicità.

Per spiegarmi meglio è come se in una partita di calcio di cartello la Lega Serie A prendesse una posizione sul ‘caso Cucchi’ oppure su un’altra vicenda“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/WhiteHouse/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *