Il cuore della produzione: come i server industriali stanno cambiando il gioco 

Il cuore della produzione: come i server industriali stanno cambiando il gioco 

I server industriali sono delle piattaforme utili in diversi contesti in quanto sono dotati di una capacità di calcolo molto potente. Essi sono fondamentali nell’elaborazione dei dati, dei servizi e dello scambio di informazioni, poiché coordinano anche altri software e dispositivi collegati garantendo il massimo dell’affidabilità anche in ambienti critici, proprio come quelli industriali.

A cosa servono i server industriali

I server industriali, come è facile intuire dal nome, sono dei dispositivi che permettono di gestire un flusso di dati maggiore rispetto a quello dei server tradizionali. Inoltre, rispondono alle esigenze delle aziende di proteggere i dati e il sistema stesso da ogni tipologia di criticità al fine di evitare le interruzioni del servizio.

Essi sono progettati per poter funzionare a lungo nel tempo, minimizzando i consumi energetici e dissipando il calore durante l’utilizzo in modo efficiente. Questi server offrono diversi benefici, tra cui la possibilità di ottenere un controllo costante delle revisioni e degli aggiornamenti, in base alle esigenze specifiche di ogni cliente. Il ruolo cruciale dei server industriali si evidenzia nella gestione di grandi quantità di dati, assicurando l’integrità e la sicurezza delle informazioni.

Le caratteristiche dei server industriali

I server industriali hanno una serie di caratteristiche che li rendono adatti all’utilizzo in ambito industriale. In primo luogo sono privi di ventole (fanless), pertanto non sono sottoposti al rischio di infiltrazioni di polvere e particelle e garantiscono una lunga durata.

Un’altra particolarità di questi server è la loro robustezza, che gli consente di resistere a molteplici condizioni ambientali, anche caratterizzate da urti e vibrazioni oppure con temperature di lavoro particolarmente basse o elevate. Ancora, i server industriali, diversamente da quelli tradizionali, devono assicurare la continuità operativa anche in caso di improvvise interruzioni di corrente, pertanto hanno l’alimentazione ridondata e isolata.

Si tratta, però, anche di dispositivi molto compatti, semplici da installare e da mantenere, che permettono un accesso agevole a tutte le periferiche. Ciò semplifica sia le operazioni di manutenzione che quelle di configurazione, per adattare il server alle esigenze specifiche di ogni applicazione.

Come scegliere un server industriale

La scelta di uno o più server per la propria impresa può essere complicato e dipende dalle specifiche esigenze aziendali. Infatti, come già detto, non si tratta di semplici computer potenziati, ma di strumenti progettati con logiche costruttive precise per poter far fronte alle richieste eterogenee dei client”.

Bisogna considerare in primo luogo le dimensioni dell’azienda. I server destinate alle piccole e medie imprese spesso sono preconfigurati, e semplificano il processo decisionale grazie al supporto di professionisti qualificati. Al contrario, nelle grandi e medie imprese possono essere necessari dei server complessi (e costosi) ma allo stesso tempo molto performanti, per far fronte alle maggiori esigenze. In questo caso è importante effettuare un’analisi approfondita degli asset e valutare anche le opzioni di configurazione disponibili, l’integrazione con i data center interni o esterni, la connessione tramite reti cablate, ecc., così da poter assicurare la compatibilità con le esigenze operative e di sicurezza aziendali.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.