Calenda “Fermare la guerra, ma continuando a sostenere l’Ucraina”

ROMA (ITALPRESS) – “Ogni giorno il sostegno all’Ucraina viene messo in dubbio: troviamo il modo di fermare la guerra, ma continuando a sostenere l’Ucraina”. Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, a “Metropolis”. “Una pace ragionevole in Ucraina non ci può essere, ci può essere una tregua: oggi, la pace implicherebbe un riconoscimento […]
Calenda “Fermare la guerra, ma continuando a sostenere l’Ucraina”

ROMA (ITALPRESS) – “Ogni giorno il sostegno all’Ucraina viene messo in dubbio: troviamo il modo di fermare la guerra, ma continuando a sostenere l’Ucraina”. Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, a “Metropolis”. “Una pace ragionevole in Ucraina non ci può essere, ci può essere una tregua: oggi, la pace implicherebbe un riconoscimento delle annessioni territoriali russe” e “un accordo non è sul tavolo, perchè nè Putin, nè Zelensky potranno accettare che il Donbass venga attribuito all’una o all’altra parte”, spiega. “Dobbiamo fermare Putin, altrimenti la prossima a essere invasa sarà la Polonia e a quel punto interverrà la Nato. Non è affatto vero che questo rischio non c’è”.-foto agenziafotogramma.it(ITALPRESS).

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.