Ucraina, Meloni “sanzioni sono efficaci ma serve fondo compensazione”

“Io credo che le sanzioni rimangono lo strumento più efficace del quale oggi la comunità internazionale dispone ma, dall’inizio, FdI continua a chiedere che il governo batta i pugni per un fondo di compensazione” che sia “finanziato dall’intero Occidente, non solo dalla Commissione Ue, per compensare le nazioni che hanno i maggiori problemi”. Lo ha […]
Ucraina, Meloni “sanzioni sono efficaci ma serve fondo compensazione”

“Io credo che le sanzioni rimangono lo strumento più efficace del quale oggi la comunità internazionale dispone ma, dall’inizio, FdI continua a chiedere che il governo batta i pugni per un fondo di compensazione” che sia “finanziato dall’intero Occidente, non solo dalla Commissione Ue, per compensare le nazioni che hanno i maggiori problemi”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni durante un punto stampa rispondendo alla cronista che le chiedeva se, secondo lei, le sanzioni alla Russia possano penalizzare il comparto del mobile. “In questa crisi – ha argomentato ancora Meloni – anche all’interno dell’alleanza occidentale, ci sarà chi pagherà di più, chi pagherà di meno e chi ci può guadagnare. Come si distribuiscono le responsabilità si devono distribuire anche i costi”. La misura del fondo, quindi, “può aiutare sul fronte energetico”, la questione “più sentita” e rispetto alla quale infatti “noi avevamo chiesto un credito di imposta pari all’aumento della bolletta”. Invece “il governo ha portato avanti misure minimali e molto meno coraggiose, ma avere maggiori risorse sicuramente potrebbe aiutare”. (ITALPRESS).
Photo credits xa1

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.