Da Barabino & Partners premio “al futuro” per i dipendenti

Barabino & Partners ha approvato e attuato nei giorni scorsi il “Riconoscimento al Futuro”, che coinvolge tutti i dipendenti, collaboratori e stageur che non partecipano direttamente a piani di coinvolgimento nei risultati di gestione. L’iniziativa è volta a premiare tali risorse “non per i risultati già ottenuti, bensì per l’impegno e le motivazioni che profonderanno […]
Da Barabino & Partners premio “al futuro” per i dipendenti

Barabino & Partners ha approvato e attuato nei giorni scorsi il “Riconoscimento al Futuro”, che coinvolge tutti i dipendenti, collaboratori e stageur che non partecipano direttamente a piani di coinvolgimento nei risultati di gestione. L’iniziativa è volta a premiare tali risorse “non per i risultati già ottenuti, bensì per l’impegno e le motivazioni che profonderanno nel 2022”. Un inedito premio che coinvolge una platea di oltre il 70% delle risorse di B&P che hanno ricevuto nei giorni scorsi un riconoscimento economico in un importo tra 2.000 e 1.000 euro (o parte di esso) netti sulla base di qualifica e fasce ed a seconda dei tempi di inserimento in società. L’inedito bonus economico avviene attraverso il portale Welfare Barabino & Partners appositamente progettato in partnership con Edenred, azienda leader mondiale nelle soluzioni di “strumenti welfare” che innovano e semplificano il mondo del lavoro. Questo riconoscimento non è il primo nel corso del 2022 in quanto a inizio gennaio la società aveva premiato circa il 70% delle risorse in società con un bonus medio di 2.500 euro per beneficiario, in quel caso per i risultati conseguiti nel 2021, attraverso ciò che è stato definito “riconoscimento condivisione”. Per Luca Barabino, Ceo di Barabino & Partners, “è un premio probabilmente inaspettato dalle nostre risorse che si basa su alcuni elementi di analisi dell’evoluzione delle regole del lavoro, di cui siamo convinti. Con la volontà di dimostrare certezza e fiducia prospettica nell’impegno delle nostre risorse, ma anche riconoscere il merito collettivo del forte clima di condivisione che caratterizza queste ultime stagioni di Barabino & Partners e su cui la società si sta differenziandosi in termini di distintività di comportamenti e attrattività di talenti dal mercato”.
“Non è un ‘anticipo’ di futuri eventuali riconoscimenti né un’estensione di riconoscimenti passati – ha aggiunto – e si motiva come un unicum aggiuntivo. Essere la prima azienda in Italia a deliberare un ‘premio al futuro’ a dipendenti e collaboratori, essendo certi del loro impegno e condivisione, ci riempie di soddisfazione. Inoltre, in questa stagione partita con il vento in poppa di una crescita virtuosa e poi ingrigita da accadimenti bellici inquietanti per la collettività e la società civile, vogliamo trasferire il senso di stabilità che la nostra società ha come obbiettivo e valore quotidiano e se il 2020 è stato l’anno della resilienza e il 2021 quello della condivisione, noi di Barabino & Partners riteniamo che nel 2022 l’impresa debba impegnarsi proprio nel nuovo valore della stabilità: primariamente verso le risorse che la compongono, ma anche nei confronti dei nostri interlocutori primari quali clienti, fornitori, comunità e territori di riferimento”, conclude.
(ITALPRESS).

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.