Alla scoperta dell’Italia delle meraviglie con ‘Wonders’

Alla scoperta dell’Italia delle meraviglie con ‘Wonders’

ROMA – I borghi, i piccoli comuni, i siti meno conosciuti. E poi i campanili, le ville storiche, i paesaggi mozzafiato di cui l’Italia è costellata, da nord a sud. Senza dimenticare le delizie della tavola, diverse per ogni regione. Scoprire i luoghi meno conosciuti, ma allo stesso tempo imperdibili del Belpaese è l’obiettivo di ‘Wonders. Scopri l’Italia delle meraviglie‘, la nuova iniziativa di Autostrade per l’Italia che accompagna i viaggiatori alla riscoperta del patrimonio culturale, naturalistico ed enogastronomico di tutta Italia. Si tratta di una piattaforma multicanale che raccoglie i contributi di partner strategici come la Commissione nazionale italiana per l’Unesco, Touring Club Italiano, Wwf e Slow Food Italia, gli Enti territoriali e gli stessi viaggiatori che potranno interagire e raccontare le loro esperienze di viaggio.

IL PROGETTO WONDERS

“Il progetto ‘Wonders’ nasce perché come azienda noi connettiamo una parte importantissima del Paese, abbiamo più di 800 milioni di utenti che entrano ogni anno nella nostra rete e connettiamo il Sud al Nord del Paese, l’Est all’Ovest“, ha detto Roberto Tomasi, ad di Autostrade per l’Italia, che oggi ha illustrato l’iniziativa a Palazzo Borromeo, sede dell’ambasciata italiana presso la Santa sede, alla presenza, tra gli altri, del ministro della Cultura, Dario Franceschini.

“Coerente con i principi cardine del Piano di trasformazione di Aspi- ha aggiunto Tomasi- ‘Wonders’ è innovazione che arricchisce l’esperienza di viaggio degli utenti e ci consente di contribuire alla valorizzazione delle bellezze dei territori ricchi di arte e cultura che la nostra rete attraversa. Piattaforma che condivideremo con gli Enti locali, vetrina per promuovere le ricchezze culturali e stimolare i viaggiatori a scoprirne i segreti, fonte di conoscenza per noi di Aspi e per i cittadini”.

‘Wonders’ accompagnerà i viaggiatori nei diversi momenti del viaggio, dalla pianificazione all’arrivo, attraverso un ecosistema di strumenti digitali e di touchpoint fisici lungo la rete autostradale e nelle aree di servizio, con l’obiettivo di creare una community che racconta e condivide le proprie esperienze di viaggio. Le informazioni possono essere personalizzate in base all’itinerario e ai desiderata, a partire dall’ampio database (siti culturali, naturalistici ed enogastronomici) di centinaia di esperienze collegate dalla rete autostradale.

“Le autostrade- così Franceschini- sono un naturale vettore di promozione del patrimonio culturale diffuso del nostro Paese, una infrastruttura che innerva il territorio avvicinando potenzialmente i viaggiatori alle realtà meno conosciute situate a poca distanza da questi importanti assi viari. Grazie alla piattaforma multicanale da oggi online, Autostrade per l’Italia si dota di uno strumento fondamentale per questa importante finalità”.

300 PODCAST CON LE VOCI DI LUCA E PAOLO

Il progetto conta oltre 300 podcast registrati con le voci di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, che raccontano esperienze culturali, naturalistiche ed enogastronomiche, accompagnando gli utenti anche alla guida grazie alla georeferenziazione. A disposizione dei viaggiatori anche un calendario di eventi territoriali con più di un migliaio di proposte, costantemente aggiornate grazie al contributo di enti, associazioni territoriali e utenti, con focus dedicati a esperienze di viaggio sostenibili, mostre, feste, sagre e festival. Verranno lanciati dei contest dedicati ai videomaker, appassionati e professionisti, per esprimere la propria creatività attraverso contenuti video.

Sulla piattaforma ‘Wonders’ sono presenti, inoltre, esperienze speciali come la Villa dei Volusii, un complesso residenziale appartenente alla colonia romana di Lucus Feroniae, rinvenuto nel 1961 durante i lavori di costruzione dell’Autostrada del Sole. Il sito da oggi verrà valorizzato da Autostrade per l’Italia che – grazie all’accordo con il Mic e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la provincia di Viterbo e per l’Etruria meridionale – permetterà di visitare quotidianamente la Villa con accesso diretto dall’Area di Servizio Feronia Ovest. Tra le centinaia di imperdibili tappe segnalate, inoltre, le ciclabili lungo il Po, le Cinque Terre e la via dei Santuari, le delizie Dop sul territorio, Castel del Monte o l’Oasi di Grotte del Bussento.

www.dire.it

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.