Un consolato a Tenerife: la risoluzione di Siragusa (M5s)

Primo piano

ROMA – “Valutare l’opportunità di adottare iniziative – compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili in bilancio ovvero a fronte di nuove risorse umane e finanziarie – per l’apertura di un ufficio consolare di carriera presso le isole Canarie”. Questo il dispositivo della risoluzione presentata in Commissione Affari Esteri da Elisa Siragusa, deputata 5 Stelle eletta in Europa.

Nella premessa, Siragusa scrive che “il consolato onorario di Tenerife sembrerebbe versare in uno stato di forte difficoltà, sia per l’inadeguatezza dei locali che ospitano gli uffici, come testimoniano alcune foto pubblicate sul mensile locale “Leggo Tenerife”, sia per il ridotto numero di personale, insufficiente per l’adempimento puntuale delle numerose pratiche; lo stato di difficoltà – continua la parlamentare – è stato confermato in un incontro avvenuto il 16 marzo 2019 a Las Palmas con il coordinamento di “Sistema Paese” promosso dall’ambasciata italiana di Madrid, dove è emersa la necessità dell’apertura di un ulteriore ufficio consolare di ruolo di carriera, da integrare con l’esperienza della figura onoraria, presso le isole Canarie”.
“Per comprendere la vastità del fenomeno – sottolinea la deputata – basta menzionare il dato sull’utenza nel solo comune di Arona della sede del consolato onorario di Tenerife: circa 10.000 residenti; il numero di nostri connazionali residenti in Spagna è in continua espansione. Dall’Anagrafe degli italiani residenti all’estero, i nostri connazionali in Spagna risultano essere oltre 190.126, di cui oltre 28.000 residenti nelle isole Canarie; ad ogni modo, anche se non esiste un dato ufficiale, si stima che la comunità degli italiani residenti nelle Canarie sia molto più ampia considerando i cittadini non iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero”.
Per questo, con la risoluzione si intende impegnare il Governo “a valutare l’opportunità di adottare iniziative – compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili in bilancio ovvero a fronte di nuove risorse umane e finanziarie – per l’apertura di un ufficio consolare di carriera presso le isole Canarie”.  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *