Il coraggio di realizzare i propri sogni

Il coraggio di realizzare i propri sogni

Carmen Bilancio

Lo scrittore  G.G.Marquez diceva: <Non è vero che le persone smettono di inseguire i sogni perché invecchiano. Invecchiano perché smettono di inseguire i sogni> .

È  questa una frase che fa riflettere molto, soprattutto noi adulti che dovremmo incoraggiare i ragazzi ad inseguire i loro desideri, perché possano spiccare il volo che consenta di realizzare  il loro proposito di vita più autentico. Ma non basta, è necessario che sappiano che  senza coraggio, determinazione, costanza e fiducia in se stessi i loro sogni non si possono realizzare.

C’è un libro intitolato “Quando inizia la felicità” di Gianluca Gotto che può fornire delle riflessioni utili per tutti. È un testo molto interessante in cui l’autore parla del suo percorso di vita, dei viaggi fatti insieme alla sua compagna, vivendo delle esperienze incredibili, ma anche faticose e impegnative affrontate però con ottimismo.

Il libro è diviso in capitoli, che in realtà sono domande che rivolge al lettore per farlo riflettere sul valore della vita, sulla sua preziosità e sulla necessità di lottare per raggiungere ciò che si desidera, così come ha fatto lui che è riuscito a realizzare  il suo sogno, cioè vivere viaggiando, mantenendosi con la scrittura di libri e articoli. Ha girato il mondo insieme alla sua compagna dall’Australia, al Canada, alla Francia, Spagna, Thailandia, Vietnam, India e altri posti ancora avvicinandosi, specialmente, con i suoi viaggi in Oriente alla filosofia buddista che lo ha aiutato anche  nel suo cammino di crescita come uomo .

È un libro che si rivolge anche a chi ancora non è riuscito a trovare la propria strada, incoraggiandolo ad andare avanti, a non mollare, a vivere ogni giorno con il senso di gratitudine e ad avere fiducia nella vita perché l’Universo sa ciò di cui ognuno ha bisogno. <…Non si diventa felici. Si è o non lo si è. È tanto una questione di smettere di sabotarci e consentire a noi stessi di esserlo. Essere ottimisti non significa credere ciecamente che tutto andrà bene, sempre, ma concederci questa possibilità. Non dimenticare che tutto potrebbe andare bene. È una scelta che possiamo sempre compiere>.

Buona lettura

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.