Tra poco il trasporto urbano passerà dalla strada al cielo con AirScooter

Tra poco il trasporto urbano passerà dalla strada al cielo con AirScooter

Il sogno di Leonardo Da Vinci diventa realtà: entro la fine del 2024 sarà commercializzato lo scooter volante monoposto di Franky Zapata che aprirà la strada del trasposto urbano nei cieli delle città.

 di Matteo Ocone

I cugini francesi hanno realizzato quello che più di 500 anni fa era stato intuito con lo studio sul volo e le macchine volanti leonardiane. Il genio di Leonardo, infatti, aveva capito che gli esseri umani sono troppo pesanti per volare con le sole ali attaccate alle braccia, ma che sarebbe stato necessario includere leve, pulegge e pedali che nel XXI secolo si chiamano motore a propulsione.

Il 14 luglio 2019, in occasione della grande parata di commemorazione della presa della Bastiglia, il soldato volante Franky Zapata, ha incantato tutto il pubblico che lo ha seguito con il naso all’insù mentre sorvolava con Flyboard Air (la sua invenzione) le strade addobbate della capitale francese sotto gli occhi del Presidente Macron.

Dopo questa impresa, il 4 agosto dello stesso anno, Zapata ha attraversato la Manica con la Flyboard Air, decollando da Sangatte, vicino Calais in Francia, e atterrando nella baia di St Margaret a Dover in Gran Bretagna: un viaggio di 35 chilometri, a 20 metri da terra, percorsi in circa 20 minuti a una velocità media di circa 160/170 chilometri all’ora.

Franky Zapata, soprannominato “il soldato volante”, ex campione del mondo di jet sky, è passato da essere campione sportivo ad alto livello a uomo d’affari e a fine giungo presenterà al pubblico il nuovo mezzo di locomozione aerea sviluppato partendo dalla sua invenzione: Airscooter.

Sarà destinato ad un solo passeggero e la propulsione sarà fornita da 8 motori elettrici e 4 motori termici, dotato di 200 chilometri di autonomia e capace di volare fino a 100 chilometri all’ora ad un’altitudine stimata tra i 3000 e i 4000 metri. L’attuale progetto nasce come evoluzione del progetto del Flyboard Air che aveva raccolto un finanziamento iniziale di 1,3 milioni di euro dal governo francese che pensava a possibili sviluppi in campo militare.

Oggi Airscooter è interamente finanziato da capitali privati sempre più interessati a nuovi mezzi di trasporto urbano-aerei, e Zapata è vicino alla fase finale del suo progetto. Infatti, già da un anno la sua azienda si è traferita in un nuovo sito dove verranno assemblati e prodotti i nuovi veicoli.

Si stima che la fabbrica, a Châteauneufles-martigues nel sud della Francia, poco distante da Marsiglia, produrrà 1000 esemplari l’anno. Per imparare a volare sull’AirScooter le persone dovranno seguire un corso di formazione su un simulatore di volo poi la guida sarà comunque sempre semiautomatica: la destinazione verrà programmata nel computer di bordo e sarà generata in automatico la rotta e la sequenza di volo.

Inizialmente il velivolo sarà destinato al turismo e al tempo libero, successivamente, quando le normative europee lo permetteranno, si attiverà la seconda fase che prevede voli urbani e regionali, rotte regolari e l’ingresso nel mercato professionale. Per ora gli Stati Uniti sono il Paese che prevede una normativa “light” per i veicoli ultraleggeri, per questo il velivolo debutterà dopo l’estate 2024 nel mercato oltreoceano, che ha regole meno restrittive rispetto alla Francia.

Zapata ha infatti dichiarato: “si tratta di una norma specifica dell’Agenzia americana per la sicurezza aerea che stabilisce che un velivolo monoposto – il pilota è anche il passeggero – non ha bisogno di essere certificato se soddisfa determinati criteri, in particolare il peso (inferiore a 120 kg), la velocità e il consumo di carburante”.

In attesa delle normative, che Zapata spera siano pronte nel giro di 5 anni sia in America che in Europa, AirScooter cercherà di conquistare il mercato dei voli turistici offrendo voli sul Grand Canyon a prezzi non proprio accessibili: verosimilmente il prezzo per un ora di volo sarà compreso tra i 300 e i 400 dollari. Il sogno del grande Leonardo Da Vinci sta quindi diventando realtà.

ph youtube zapata

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.