In provincia di Arezzo debutta il 1° festival della fotografia italiana (14-16 giugno 2024)

In provincia di Arezzo debutta il 1° festival della fotografia italiana (14-16 giugno 2024)

di Cristina Fontanelli

In provincia di Arezzo, fra i comuni di Poppi, Bibbiena e Pratovecchio Stia, la fotografia italiana contemporanea diventa protagonista assoluta per tre giornate consecutive; una full immersion di ricerca e sperimentazione, osservando il mondo fra realtà e rappresentazione.

Per celebrare la creatività e la storia del nostro Paese, questa prima edizione del Festival della fotografia Italica (inaugurata da venerdì 14 giugno 2024) ha come filo conduttore il tema “Dalla Terra alla Luna. Esplorazioni sulla Fotografia Italiana”.  Ispirandosi al celeberrimo romanzo fantascientifico di Jules Gabriel Verne, l’argomento prescelto non è casuale ed è semmai un invito a farci osservare più profondamente l’ignoto e la complessità dei nostri paesaggi, esteriori ed intrinseci, per scoprire nuove prospettive ed inediti orizzonti emozionanti, espressi artisticamente con immagini fotografiche e tecniche variegate. L’appuntamento culturale, promosso per la prima volta da quest’anno dalla Federazione Italiana Associazioni Fotografiche (Fiaf), propone al pubblico una coinvolgente  programmazione di eventi, con work shop, talk, letture di portfolio, incontri informali con grandi autori emergenti più o meno noti, oltre a mostre diffuse nel suggestivo territorio circostante, ed un book fair dedicato all’editoria del settore.

Nell’area aretina, nel centro storico della ridente città toscana di Bibbiena, l’apertura ufficiale della manifestazione ha luogo il 14/06/2024, dalle ore 17, presso il Centro Italiano della Fotografia d’Autore (Cifa) in via delle Monache, 2, ed in questa medesima location è svolta a seguire una grande cena con musica ed intrattenimenti spettacolari. Per l’intero pomeriggio, sarà già possibile visitare vari allestimenti fotografici dislocati nei centri urbani dell’area casentinese, fra Bibbiena, Poppi (Castello dei Conti Guidi) e Prato Vecchio Stia (Museo dell’Arte della Lana); agli interessati segnaliamo che è prevista anche la possibilità di utilizzare un bus navetta di andata e ritorno per il raggiungimento di tali specifici luoghi.

Fra le proposte emblematiche del Festival c’è la mostra a tema “Fotografia italiana : mappe, percorsi, e linguaggi” che raccogliendo i contributi di cento autorevoli autori (dal dopoguerra ad oggi) viene allestita al Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena; tale evento curato dal noto curatore internazionale Denis Curti, resterà liberamente visitabile per l’intera stagione estiva.

Agli appassionati della Fotografia, segnaliamo che nell’ambito del primo Festival della Fotografia Italiana, sono promosse anche due call : “Nuovi sguardi – per giovani fotografi”  e “Percorsi del Progetto al libro fotografico (a tema libero); è stato inoltre istituito l’importante “Premio Bibbiena – Editoria Fotografica” che a tutti gli autori partecipanti può garantire sicura visibilità a livello nazionale. Patrocinato dal Parco delle Foreste Casentinesi con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio, il 1° Festival della Fotografia Italiana, svolto nel prossimo week end, dal 14 al 16 giugno 2024, è organizzato dalla Fiaf in collaborazione con i Comuni di Bibbiena, Poppi, e Stia Pratovecchio.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione annuale  consultare il Sito :  www.festivalfotografiaitaliana.it

di Cristina Fontanelli  (giornalista e fotoreporter)

Cristina Fontanelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.