Lisa Manosperti, quando la voce è passione di vita!

Lisa Manosperti, quando la voce è passione di vita!

Dario Patruno

Incontro Lisa Manosperti in una pausa di lavoro dei molti concerti che sta tenendo in tutta Italia. Ma chi è Lisa? Jazz vocalist da ben 33 anni, Laureata in canto e musica jazz al Conservatorio Nicolò Piccinni di Bari, con all’attivo 8 cd di cui due a suo nome, premiati tra i migliori dischi jazz dell’anno. Nel 2011 e 2012 votata tra le 10 migliori jazz vocalist Italiane dalla rivista nazionale Jazzit, vanta prestigiose collaborazioni con Roberto Ottaviano, Mirko Signorile, il violinista, compositore, arrangiatore e polistrumentista brasiliano naturalizzato italiano Rodrigo D’Erasmo e altri illustri nomi della musica jazz e non. Svolge intensa attività concertistica in tutta Italia e all’estero e insegna canto jazz e moderno.

Quando nasce la passione per la musica e quanto la famiglia di origine abbia influenzato questa scelta?

La passione per la musica nasce da piccola, i due fratelli piccoli di mia madre erano musicisti non professionisti e mi dilettavo a cantare con loro. Ma ho cominciato a studiare musica e canto molto più tardi. Avevo già un figlio piccolo. 

Come nasce la partecipazione a The Voice senior nel 2023 che l’ha resa celebre e fatta conoscere al pubblico di non addetti ai lavori?

Per The voice le cose sono andate così: sono stata contattata da una talent scout della produzione e inizialmente mi ero rifiutata di partecipare, in seguito però si è rivelata una esperienza molto bella anche se impegnativa. Ben oltre 2.000.000 di visualizzazioni su you Tube e molte di più su tic toc. La trasmissione devo ammettere ha dato una bella spinta alla mia carriera.

 La sua vocazione di Jazz vocal caratterizzerà anche il suo futuro di cantante di musica leggera?

Non sono mai stata ne sarò mai una cantante di musica leggera. La mia musica è e sempre sarà la musica Jazz.

Partendo dalle pioniere del genere, Peggy Lee ed Ella Fitzgerald – Why Don’t You Do Right (perché non fai le cose per bene) del 1922, arrivando a giorni nostri, senza fare torto a nessuno, a quali voci femminili ispira le sue performance?

In principio i miei ascolti sono state le grandi voci del jazz, Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Sarah Vaughan, è normale che si guardi al passato per imparare, poi sono passata ad ascolti più moderni, cantanti che hanno sperimentato con la voce: Abbey Lincoln, Cassandra Wilson, Rachelle Ferrell e Demetrio Stratos. Adoro scoprire tutti i colori e le possibilità che la mia voce può permettersi. Ora la mia aspirazione è assomigliare il più possibile a me stessa ed essere riconoscibile in ogni repertorio e genere che affronto.

Sublimare il dolore e la fragilità umana è un percorso che rende diversi e migliori?

 Non so se rende migliori. Di certo la sofferenza ti cambia e per me veicolarla nel canto ha significato diventare più vera e comunicativa e mi permette di arrivare più profondamente al cuore di chi mi ascolta. Ognuno ha i suoi dolori. La vita prende e la vita dà, percio’ non so se rende migliori. Ci cambia, questo si. 

Ha un sogno nel cassetto?

Si, poter cantare, cantare e cantare, sempre! Esibirmi nei grandi teatri sempre assieme a ottimi musicisti. Esprimere il mio io musicale senza mai scendere a compromessi. Vivere di musica fino all’ultimo respiro.  Mi basta questo e forse gia’ ce l’ho.

Questo il messaggio finale, forte e considerato il miglior viatico per un successo voluto con tenacia, professionalità e dedizione. Auguriamo ogni bene a lei e ai suoi allievi e allieve che frequentano la scuola di canto dove insegna ad usare il più nobile degli strumenti musicali, la voce.

Leo Nucci, il principe dei baritoni italiani, in una intervista del 2019 pubblicata sulla 27esimaora.corriere.it, affermava “La mia voce longeva? E’ passione per la vita” e citando il maestro Roberto Benaglio diceva: “La voce è come una pallina da ping pong sul diaframma, che è uno zampillo d’acqua: se sale lo zampillo, sale la pallina…”

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.