A Dermocosm un laser per rigenerare i tessuti cutanei

A Dermocosm un laser per rigenerare i tessuti cutanei

MILANO (ITALPRESS) – Un dispositivo laser che non punta alla distruzione ed eliminazione dei tessuti cutanei ma alla loro rigenerazione. Si chiama RedTouch PRO. La nuova tecnologia di Deka, società italiana del Gruppo El.En., specializzata nello sviluppo e nella produzione di laser per la medicina e la chirurgia, è stata presentata in occasione del congresso ‘Dermocosm’, che vede impegnati oltre 60 relatori dal 28 al 30 settembre, nell’ambito della Milano Beauty Week. RedTouch PRO si serve di una lunghezza d’onda mai utilizzata fino a oggi (675 nm) impiegata in una serie di applicazioni di medicina rigenerativa che vanno dalla cura del melasma alle smagliature, fino alla prevenzione dell’invecchiamento cutaneo (trattamento di prejuvenation “ReLive”). Un procedimento che ha permesso di raggiungere un perfetto equilibrio tra efficacia, sicurezza e tempi di recupero post trattamento, praticamente nulli.“Questa nuova tecnologia mi ha incuriosito proprio perchè va nella direzione della rigenerazione cutanea – commenta Antonino di Pietro, dermatologo e presidente di Dermoscom -. RedTouch arriva all’interno della pelle stimolando le cellule e, quindi, rigenerandole. Questa, a mio parere, è la strada maestra. Come dermatologo, infatti, credo che ogni cosa che porta alla trasformazione va anche un pò contro la salute della persona”. Di Pietro sottolinea che la rigenerazione delle cellule è un elemento anche di “prevenzione dal punto di vista della salute”, utile quando “la pelle comincia a essere segnata dal tempo”.“RedTouch PRO è l’unico dispositivo laser al mondo che interagisce direttamente con le fibre di collagene per la stimolazione e la creazione di neo collagene – spiega Paolo Salvadeo, Ceo di DEKA e General Manager di El.En -. E’ frutto di un lavoro di squadra, di ingegneria e di innovazione senza precedenti. Permette di raggiungere, in modo molto più veloce e senza dolore, importantissimi risultati nei trattamenti di ringiovanimento non ablativo per crono e photoaging, agendo anche sulle macchie e sul melasma”.“Un trattamento “3 in 1″ che ha importanti benefici su tre elementi – sottolinea il professor Paolo Bonan, dermatologo e responsabile del Reparto di laser terapia presso la clinica Villa Donatello di Firenze – . Il collagene, la melanina e la componente vascolare (per la stimolazione del collagene contenuto nell’endotelio dei vasi sanguigni). Tre componenti tissutali che giocano un ruolo importante nella patogenesi del melasma. Riattivare il nutrimento cellulare attraverso il laser RedTouch PRO permette di risolvere molto spesso quelle situazioni discromiche difficili da trattare, tra cui, in primis, il melasma, che con l’utilizzo di terapie che agiscono in maniera non ottimale e solo sugli effetti, potrebbero avere addirittura dei peggioramenti della patologia.”L’azione sulle rughe ed il miglioramento della texture della pelle, con applicazioni non dolorose e senza tempi di recupero post trattamento sono ormai un “must have” delle richieste dei pazienti. RedTouch PRO dà vita ad una “beauty routine tecnologica”, che si inserisce all’interno degli studi medici, anche in modo complementare ad altre terapie.Secondo il dottor Massimo Vitale, medico Estetico a Bologna, “oltre al trattamento delle rughe e delle smagliature non è da sottovalutare la richiesta di trattamenti dei più giovani che adottano la strategia del ‘prevenire è meglio che curarè”. Infatti, “la versatilità di RedTouch PRO agisce anche con il trattamento ‘ReLivè, dove si stimola la naturale produzione di collagene.E’ indicato soprattutto per i più giovani all’interno di un programma di ‘Prejuvenation’. Una skin care con il laser che si può ora eseguire in modo alternativo o complementare al trattamento con filler volumetrici”.II trattamento con RedTouch PRO viene effettuato anche con una speciale procedura “In-motion” o in movimento, chiamata “Moveo RED”. Questa accresce ulteriormente gli standard di sicurezza e la possibilità di poter agire tutto l’anno anche sulle pelli più scure in modo estremamente veloce.”“La tecnologia Laser e l’attivazione di naturali processi rigenerativi sono un connubio perfetto verso la protezione, il rispetto ed il mantenimento in salute della pelle che ci racconta ogni giorno chi siamo a come stiamo – conclude Di Pietro – . Questo messaggio si inserisce perfettamente all’interno di Dermocosm 2023, durante il quale verranno presentate le più importanti novità che le aziende della dermatologia, della medicina anti-aging, della cosmetologia, dell’alta tecnologia hanno recentemente introdotto per mantenere il benessere dell’organismo”.
– Foto col/Italpress –
(ITALPRESS).

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA ImageChange Image

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.