Planeta Ukrain

Planeta Ukrain
Planeta Ukrai: Di Maio e Franceschini per il padiglione ucraino alla triennale milano
 Triennale Milano presenta domani, 9 marzo, alle 18.00 il primo appuntamento di Planeta Ukrain, progetto che prevede una serie di incontri, riflessioni, dialoghi con artisti, intellettuali, scienziati ucraini e internazionali in preparazione del Padiglione dell’Ucraina alla 23° Esposizione Internazionale, che aprirà all’inizio dell’estate.

Unica istituzione culturale internazionale a far parte dal 1928 del BIE Bureau International des Expositions, Triennale Milano garantirà, insieme a quella di molti altri Paesi che hanno aderito alla prossima Esposizione, la presenza del Padiglione dell’Ucraina.

Afferma Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano: “In un momento così drammatico, crediamo che un’istituzione culturale come Triennale possa svolgere un ruolo di antenna ricevente e trasmittente tra quanto accade in Ucraina e le voci della cultura ucraina presenti in Italia e nel mondo, permettendo così quello scambio di opinioni e informazione tra le culture e loro istituzioni internazionali che proprio la guerra in corso rischia di interrompere bruscamente”.

Attraverso gli appuntamenti di Planeta Ukrain, Triennale Milano vuole aprire uno spazio di confronto aperto e libero, che vuole fare da collettore di idee, proposte e tematiche che saranno al centro del Padiglione ucraino durante l’Esposizione Internazionale Unknown Unknowns.

An Introduction to Mysteries.
Ad aprire l’incontro di domani sarà il messaggio del Ministro per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio e gli interventi del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana (in collegamento) e del Sindaco di Milano Giuseppe Sala.

In collegamento dal MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo ci saranno il Ministro della Cultura Dario Franceschini e la Presidente del MAXXI Giovanna Melandri.

Il confronto sarà introdotto dal Presidente di Triennale Milano Stefano Boeri e dai curatori del progetto e vedrà coinvolte diverse personalità del mondo dell’arte e della cultura ucraine, tra cui Galyna Grygorenko, Responsabile dell’agenzia di stato per le arti e la cultura al Ministero della Cultura ucraino; Oksana Lyniv, direttrice musicale del Teatro Comunale di Bologna; Andrii Kurkov, scrittore; Olena Achkasova, scrittrice e artista; Antonii Baryshevskyi, pianista; Yevgenia Belorusets, artista; Anna Gadetska, musicologa, Program Director Open Opera Ukraine; Katia Kabalina, curatrice; Alevtina Kakhidze, artista; Sergey Kantsedal, curatore; alcuni musicisti della Kyiv Soloists National Chamber EnsembleMihail Minakov, filosofo; Katerina Pischikova, scienziata politica; Albert Saprykin, compositore fondatore Kyiv Contemporary Music Days; Valeriya Shebelnichenko, artista; Konstantin Sigov, storico; il team artistico che parteciperà alla Biennale di Venezia 2022; e altri ospiti in via di definizione In sala saranno presenti Jacopo Iacoboni, giornalista de “La Stampa”; Yuval Avital, artista; Sebastian Clark, editore della casa editrice iSolar.

Planeta Ukrain, la piattaforma preparatoria del Padiglione dell’Ucraina alla prossima Esposizione Internazionale, è curata dallo scrittore Gianluigi Ricuperati con Lidiya Liberman, attrice, e Anastasia Stovbyr, pianista, e sarà attiva durante i sei mesi della prossima Esposizione Internazionale di Triennale Milano.
L’incontro sarà trasmesso in diretta sui canali Facebook e YouTube di Triennale Milano.

Redazione Radici

Redazione Radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.