Giappone ‘da domenica stop all’emergenza

Giappone ‘da domenica stop all’emergenza

Il governo giapponese eliminerà da domenica lo stato di emergenza sanitaria nella maggior parte dei dipartimenti dell’arcipelago, tra cui Tokyo, che dovrebbe ospitare i Giochi Olimpici tra poco più di un mese, pur mantenendo alcune restrizioni. Quello della capitale e molti altri dipartimenti giapponesi sono soggetti dalla fine di aprile a un regime “di contenimento” che consiste principalmente nella chiusura di bar e ristoranti in prima serata e nel divieto della vendita di alcolici.

SITUAZIONE IN MIGLIORAMENTO. Il governo consulterà gli esperti sanitari già nelle prossime ore per mettere dieci dipartimenti “in uno stato di pre-emergenza”, come ha spiegato questa mattina il ministro dell’Economia Yasutoshi Nishimura, che coordina anche la gestione della crisi sanitaria, decisamente migliorata nelle ultime settimane. Nel quadro dell’alleggerimento del dispositivo di sicurezza, bar e ristoranti potranno di nuovo servire alcolici, ma solo fino alle 19, e dovranno continuare a chiudere alle 20 come avviene attualmente, ha affermato il ministro. L’attuale stato di emergenza sarà esteso anche al dipartimento di Okinawa (Giappone sudoccidentale), ha aggiunto Nishimura.

IL PREMIER. Da parte sua, il primo ministro Yoshihide Suga terrà una conferenza stampa in prima serata (ora giapponese) per formalizzare queste decisioni. L’alleggerimento delle consentirà anche di ri-autorizzare eventi (manifestazioni sportive, concerti) con spettatori, ma con un massimo di spettatori pari alla metà dei posti disponibili e nel limite massimo di 10mila persone.

VERSO LE OLIMPIADI. Per quanto riguarda i Giochi, però, gli esperti sanitari che fungono da consulenti ufficiali per il governo (per intenderci, il corrispettivo della cabina di regia italiana) continuano a sostenere la necessità di uno svolgimento delle gare a porte chiuse. Il dibattito però è aperto. Da parte loro, gli organizzatori delle Olimpiadi cercano da mesi di rassicurare l’opinione pubblica giapponese sulla sicurezza della manifestazione prevedendo restrizioni a volte drastiche per tutti i partecipanti che al momento ipotizzano la squalifica di quegli sportivi che violino le misure anti-Covid, come i test giornalieri e l’uso della mascherina.© 9Colonne

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *