Bianchi : ampliare l’età educativa

Bianchi : ampliare l’età educativa

“La scuola motore del paese non è uno slogan ma un piano di intervento che si muove su due linee molto chiare: persone, cioè studenti, personale e famiglie, e organizzazione. Si tratta di un’organizzazione da una parte degli studi, che comprende il superamento di una scuola nata su un modello “militar-fordista”. Dall’altra riguarda l’organizzazione complessiva del mondo a partire dall’organizzazione del ministero, che non è più adeguata ad affrontare la molteplicità e la specificità dei compiti. Penso all’ampliamento dello spettro dell’età dell’educazione. E’ chiaro che nel nostro ministero dobbiamo avere un dipartimento che si occupa di formazione tecnica superiore e formazione long life. Dobbiamo mettere mano agli organi del ministero”. Così Patrizio Bianchi, ministro dell’Istruzione, durante l’audizione sulle linee programmatiche del suo Dicastero davanti alle Commissioni congiunte Istruzione del Senato e Cultura della Camera dei Deputati.

UN “PONTE” VERSO IL PROSSIMO ANNO. “Credo sia importante mettere in evidenza come dobbiamo cominciare da subito, fin dall’estate, a fare un ponte verso l’anno prossimo, utilizzando fondi in carico al ministero. 150 milioni già nella nostra disponibilità e che distribuiremo a tutti. Altri 320 milioni di un piano operativo nazionale rimasto ancora nei residui della programmazione 2014-2020 che metteremo a disposizione, creando però una struttura di supporto alla progettazione. E’ un intervento che non si concentra nell’estate ma dall’estate si proietta verso l’anno prossimo. E’ un’idea di scuola più interattiva col territorio. Ultimi 40 milioni dedicati alla povertà educativa. Sono fondi che si rivolgono a quelle aree periferiche dove l’azione dei comuni è meno forte, in una logica di riequilibrio”. Così Patrizio Bianchi, ministro dell’Istruzione, durante l’audizione sulle linee programmatiche del suo Dicastero davanti alle Commissioni congiunte Istruzione del Senato e Cultura della Camera dei Deputati.

© 9Colonne

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *