Tajani : Salvini protesta ma non sarà rottura

Tajani : Salvini protesta ma non sarà rottura

“Abbiamo criticato a lungo l’azione del suo ministero. Poi è arrivato Draghi e il cambio di passo si è visto, basti per tutti l’arrivo del generale Figliuolo. Detto ciò, se vuole sapere se a parer mio Speranza sia cambiato, le dico di no. Ci sono stati da parte sua atteggiamenti troppo rigidi, preconcetti sulle chiusure. Ma la nostra fiducia è riposta nel premier”. Così il vicepresidente di Fi Antonio Tajani in una intervista a Repubblica.

E a Salvini che si attribuisce il merito di aver riportato l’Italia in giallo replica: “Direi di no, Fi ha svolto un ruolo determinante. E anche buona parte del Pd spingeva per allentare le restrizioni”. Ed evidenzia che la petizione contro il coprifuoco promossa dal leader della Lega “fa parte del linguaggio politico di Salvini. Dopo di che, ripeto, tutto ciò si sarebbe potuto evitare senza quell’irrigidimento sul coprifuoco alle 22”.

Quindi assicura che “Salvini non romperà mai. Ha preso un impegno e lo manterrà. Intende solo affermare la sua identità. Lo fa anche Letta, rilanciando questioni divisive come lus soli e legge Zan”. Conferma poi il no di Forza Italia alla legge Zan: “Suvvia, non c’è bisogno di una legge come questa, in un momento di emergenza come l’attuale”.

Sui costitudendi gruppi comuni di Lega e Fi poi precisa: “Abbiamo posto le basi per una collaborazione più stretta fra le forze del centrodestra di governo. Con Salvini ci incontreremo più spesso. Esattamente come accade fra Conte e Letta. Le altre ipotesi, come la federazione fra i gruppi del centrodestra, era un’idea di Meloni. Non più attuata”, “senza Fi e Lega avremmo ancora Arcuri e Bruxelles avrebbe detto che il Recovery plan dell’Italia è inadeguato. Invece stiamo incidendo anche sul rilancio dell’economia.

Vogliamo difendere le piccole imprese in crisi e batterci, questa è la novità, anche perché da questa crisi nascano nuove pmi, nuove start-up. I soldi non mancano”. Con Fdi vi ritroverete? “Mi sembra inevitabile, e il mio appello è a presentare candidati comuni alle amministrative. A Torino il nome di Damilano non è in discussione, Bertolaso a Roma l’abbiamo proposto noi. Albertini è già stato un eccellente sindaco, in Calabria c’è il nostro Occhiuto”. © 9Colonne

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *