La Startup Brots da Trento a Vancouver

La Startup Brots da Trento a Vancouver

Nel mondo delle professioni dello spettacolo duramente provato dalla pandemia, si accende una luce, o meglio una playlist. È quella della startup Brots, con sede a Trento e già protagonista nel 2020 della prima edizione dell’Investor Day di Trentino Sviluppo. Fondata nel 2019 da Lorenc Miri e Alessandro Marin, la startup ha creato una app, ad oggi disponibile in 30 Paesi, che promuove gli artisti emergenti sulla scena musicale grazie ad un accurato sistema di valutazione che identifica i gusti dell’utente e lo indirizza all’ascolto sulle principali piattaforme.

Brots ha appena chiuso un’importante campagna di equity crowdfunding da 105 mila euro e si appresta a volare in Canada, unica europea su oltre 250 candidate, per partecipare al prestigioso “Startup Boost di Vancouver”. La comune passione per la chitarra, una laurea in economia e finanza e tanta voglia di mettersi in gioco. È questo l’identikit di Lorenc Miri, 26 anni, e Alessandro Marin, 27, fondatori di Brots. La startup, nata nel dicembre 2019 e insediata all’Impact Hub di Trento, ha sviluppato una piattaforma che permette agli artisti emergenti di connettersi in maniera semplice ed efficace con nuovi fan, ma anche con importanti etichette discografiche a caccia di nuovi talenti.

La piattaforma si collega inoltre ad una pratica app, già disponibile in 30 Paesi, che permette agli appassionati di musica di incontrare, in pochi clic, altre persone con le stesse affinità musicali e di costruire così, nella propria città o territorio, una community di aficionados dello stesso genere. «Una conoscenza virtuale – spiegano Miri e Marin – che speriamo di poter trasporre presto, a fine emergenza sanitaria, in reale, magari grazie all’organizzazione di eventi presenziali dedicati».

E in attesa di tornare alla normalità, i due, già protagonisti del primo Investor Day di Trentino Sviluppo, hanno concluso con successo tramite la piattaforma Doorway una campagna di crowdfunding del valore di 105 mila euro. «Un risultato – commenta Sergio Anzelini, presidente di Trentino Sviluppo – che ci dà soddisfazione ed aggiunge un altro successo nelle campagne di crowdfunding promosse da aziende supportate dal sistema Trentino.

Un’esperienza significativa che permetterà anche a questa startup di ampliare il proprio network e di trovare nuovi finanziamenti e partnership strategiche a livello commerciale». Partnership che Brots andrà a cercare anche oltreoceano. La startup è stata infatti selezionata in questi giorni, unica in Europa tra oltre 250 candidate, per accedere allo “Startup Boost” di Vancouver, un programma di accelerazione d’elitè della durata di 6 settimane che si svolge nei principali hub mondiali dell’innovazione, come Los Angeles, Detroit, New York e, appunto, Vancouver.


A questo link è possibile scaricare la foto:
http://9colonne.it/adon.pl?act=Attachment&id=d4ca16688506edcb4777c627b67e53cc&key=original

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *