Covid e turismo: l’Italia guarda alla Grecia per l’estate 2021

Covid e turismo: l’Italia guarda alla Grecia per l’estate 2021

Di Paolo Fallito

È dallo scorso Natale che la Grecia sta programmando la stagione estiva del 2021, con un piano per vaccinare le isole e renderle Covid-free. Sulla stessa lunghezza d’onda, ma alcuni mesi dopo, sembra volersi muovere anche l’Italia, consapevole che non si può più procedere alla giornata ma occorre attivismo in chiave di sicurezza turistica”. È quanto scrive Paolo Falliro in un articolo pubblicato sulla rivista on line diretta da Francesco De Palo MondoGreco.net.


“Qualche giorno fa lo ha detto il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca”, scrive Falliro, “lamentandosi dell’immobilismo italiano: la Grecia, ha osservato durante un programma televisivo, è già avanti e sta registrando molte prenotazioni soprattutto dal nord America proprio in virtù delle isole covid free.
Per quanto riguarda le vaccinazioni sulle isole, il ministro greco Themistocleous ha affermato che in 69 isole con una popolazione fino a 5.000 abitanti, la vaccinazione sarà completata entro la fine di aprile. Si tratta di uno dei passaggio più delicati del piano nazionale greco dei vaccini, visto che comporta l’utilizzo elicotteri dell’esercito e imbarcazioni della Guardia Costiera.

Ma proprio perché altamente strategico in ottica estiva è una mossa che il governo ha deciso di non sbagliare.
Nelle ultime ore il ministro italiano del turismo Garavaglia ha espresso la convinzione che il modello greco è quello da seguire, per non perdere ulteriori risorse, garantendo al contempo ai fruitori la sicurezza e il diritto alla salute. Va ricordato che il primo a parlare di un passaporto Covid era tato il premier greco Mitsotakis, il cui spunto era stato preso da esempio anche dai vertici dell’Ue.

La Grecia sul punto ha già siglato un accordo con Israele per garantire un corridoio turistico in sicurezza.
Al momento le perdite degli albergatori italiani sfiorano l’80%, con punte del 95% nelle città d’arte. Poter contare su una rinnovata azione pro turismo sarebbe per l’Italia una vera e propria manna”.


Lo stesso giornale di De Palo cita oggi anche l’atollo macedone di Ammouliani, nella penisola Calcidica. “Il gioiellino dalle acque cristalline appartiene a uno dei comuni più storici della Grecia e oggi i suoi 570 abitanti sono stati tutti vaccinati. Per cui l’isola è già in grado di accogliere nuovamente visitatori e viaggiatori”, si legge nell’articolo a firma di Raffaele de Pace. “Ammouliani è l’isola che è riuscita a non avere casi durante tutta la pandemia e rientra di diritto nelle buone prassi che dovrebbero fare la differenza quanto a sicurezza e a ripresa delle attività legate al turismo, settore che dovrebbe riaprire ufficialmente il prossimo 14 maggio. Un piccolo successo ellenico, che è stato anche citato dal premier italiano Mario Draghi quando ieri ha parlato alla stampa su come organizzare la stagione turistica la cui organizzazione in Italia è in forte ritardo, mentre altrove come in Grecia è in fase di programmazione dallo scorso dicembre”

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *