Cinema: a Sofia continua l’omaggio a Fellini

Cinema: a Sofia continua l’omaggio a Fellini

Continua a Sofia l’omaggio a uno dei più grandi registi italiani, genio indiscusso anche a livello internazionale: Federico Fellini di cui lo scorso anno si sono celebti i 100 anni dalla nascita. Proprio in occasione del centenario dalla nascita del celebre regista, l’ Istituto Italiano di Cultura di Sofia insieme a Kinomania ha organizzato infatti una rassegna con sei film del grande regista che verranno proiettati nei cinema Odeon e Lumière Lidl durante il consueto appuntamento con Kinomania.

Il prossimo appuntamento è con “Fellini degli spiriti”: domenica 11 aprile alle 18 al Cinema Odeon, martedì 13 aprile alle 18.30 alla Casa del Cinema e mercoledì 14 aprile alle 19 al Cinema Lumiere Lidl. Il programma delle proiezioni è disponibile sul sito di Kinomania. “Fellini degli Spiriti” è il documentario dedicato al grande regista diretto da Anselma Dell’Olio. A cento anni dalla nascita del cineasta, nato a Rimini il 20 gennaio 1920, il documentario vuole indagare in profondità la passione del regista per quello che lui definiva, in breve, il mistero, l’esoterico, il “mondo non visto” in una ricerca incessante di altre possibilità, altre dimensioni, altri viaggi e di tutto quello che può far volare lo spirito e la mente.

Questi aspetti, presenti in tutta la cinematografia di Fellini, sono stati suo oggetto d’indagine inizialmente, con l’aiuto del grande psicoanalista junghiano Ernst Bernhard, che non solo gli ha svelato i segreti dell’Inconscio, ma gli ha anche mostrato una nuova visione del mondo attraverso la lettura dei Tarocchi e la consultazione de I Ching. Ma decisivo è stato l’incontro con il professor Gustavo Rol, conosciuto per “Giulietta degli Spiriti”, che, attraverso i suoi esperimenti, gli ha dimostrato che esistono davvero altre dimensioni e che non c’è un termine al viaggio degli esseri umani.

A raccontare il mondo magico di Fellini tante voci, dalla cartomante che Fellini consultava sempre a Terry Gilliam (Premio Oscar per Brasil), da Giuditta Mascioscia, la sensitiva amica di Gustavo Rol al regista Damien Chazelle (Premio Oscar per La La Land), dai collaboratori e amici più stretti di Fellini a registi come William Friedkin (Premio Oscar per Il braccio violento della legge e L’Esorcista). Attraverso straordinari materiali d’archivio di Rai Teche e Istituto Luce e materiali d’archivio internazionali, le immagini dei suoi film e interviste agli intellettuali che più hanno studiato il suo lavoro, “Fellini degli Spiriti” è un ritratto inedito, intimo e spirituale del grande regista. Il documentario “Fellini degli Spiriti” prodotto da Mad Entertainment e Rai Cinema è stato presentato al pubblico della sezione “Cannes Classics Sélection officielle 2020” del Festival di Cannes e al festival Il Cinema Ritrovato di Bologna.

(9colonne)

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: