L’inclusione degli italiani nella società nelle scuole maltesi

L’inclusione degli italiani nella società nelle scuole maltesi

LA VALLETTAL’inclusione degli italiani nella società e nelle scuole maltesi“ è il titolo della conferenza on line in lingua italiana organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura de La Valletta.
L’incontro si terrà domani, mercoledì 17 marzo, alle ore 18.00, e vi prenderanno parte in qualità di relatori Sandro CaruanaBarbara Baschiera e Tamara Palazzo. L’incontro, introdotto dal direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, Massimo Sarti, ed aperto dal saluto dell’ambasciatore d’Italia a Malta, Fabrizio Romano, potrà essere seguito sul canale YouTube dell’Istituto e sulla piattaforma Zoom.
La prossimità geografica, storica, sociale e culturale tra Italia e Malta fa sì, che da secoli, ci siano dei rapporti continui, amichevoli e positivi. Dai contatti storici, caratterizzati dalla presenza di italiani altolocati nella società, si è passati ad una situazione sviluppatasi abbastanza recentemente dove molti italiani si stanno trasferendo a Malta – per periodi brevi o lunghi – soprattutto per motivi di lavoro. In questa presentazione si contestualizza questo movimento migratorio inserendolo nel quadro più ampio di spostamenti recenti di italiani in altri paesi, sottolineando anche il contributo che tale spostamento possa comportare per il paese ospitante. Ci si sofferma, poi, su un contesto preciso, ovvero quello scolastico, raccontato tramite un’esperienza personale. La scuola, infatti, è il luogo dove le sfide dell’inclusione si accompagnano anche alle opportunità che essa crea.
Sandro Caruana è professore ordinario di glottodidattica e di linguistica applicata all’Università di Malta. È stato preside della Facoltà di Scienze dell’Educazione dal 2015 al 2019 e direttore del Department of Languages & Humanities in Education dal 2010 al 2017. Tra le sue aree di specializzazione vi sono la glottodidattica, la sociolinguistica, la linguistica italiana contemporanea e la comunicazione interculturale. Nel 2018 gli è stata conferita l’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia, per il rilevante contributo alla promozione della cultura italiana e al rafforzamento delle relazioni tra Italia e Malta.
Barbara Baschiera è dottore in Scienze della Cognizione e della Formazione. Lavora come accademico all’Università di Malta, Facoltà di Educazione, Dipartimento per l’Inclusione e l’Accesso all’Apprendimento, e come docente a contratto all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si occupa di Pedagogia e Didattica dell’Inclusione, di Apprendimento Intergenerazionale, di Apprendimento continuo e di Invecchiamento attivo.
Tamara Palazzo, insegnante d’italiano come lingua straniera (L2), ha conseguito il Bachelor of Arts in italiano e linguistica nel 2018, e poi la laurea magistrale Master in Teaching and Learning in Italian and Second Foreign Language teaching (SFL) nel 2020. Ha svolto una ricerca sull’inclusione degli studenti migranti italiani a Malta, tramite una tesi intitolata “L’esperienza di studenti italiani nelle scuole maltesi, e la percezione degli insegnanti nei loro confronti”.
L’iniziativa è organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura – La Valletta in collaborazione con la Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università di Malta e si avvale del patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Malta. 

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: