Quella parte del mondo chiamata Finlandia

Quella parte del mondo chiamata Finlandia

Di Sabrina Galasso

Mi chiamo Sabrina e vi scrivo dalla Finlandia , piú precisamente da
Helsinki.Prima di procedere a presentarmi vorrei esprimere un caloroso grazie alla Vice direttrice Daniela Piesco, per avermi offerto la possibilitá di entrare in contatto con tutti voi, per avermi indicato una interessante modalitá di dialogo.

Il Progetto sembra essere molto interessante e i contributi dei vari corrispondenti numerosi e diversificati.

Brevemente cercheró di riassumere la mia esperienza professionale e di vita.
Sono sposata, ho 2 ragazze (non si possono piú chiamare bambine) e da piú di 18 anni vivo all´estero.Ho vissuto in Sud America, Australia, Cina ed attualmente risiedo in Finlandia.

Nella mia vita precedente l´espatrio, ho lavorato come Event Planner e Project Manager. La maggior parte dell´attivitá professionale é stata svolta presso la CRUI, associazione delle Universitá statali e non statali. Inizialmente ho organizzato congressi, conferenze e seminari e successivamente mi é stato richiesto di portare avanti un impegno legato alla gestione di progetti. In tale ambito sono stata responsabile dei programmi di scambio tra giovani ricercatori all´interno dell´Europa (Francia, Germania) e ho seguito le attivitá connesse al ruolo dello stage universitario e alla nascita della figura del manager didattico.

Con l´espatrio ho vissuto un cambiamento che ha portato alla luce nuovi interessi, presenti giá in me ma ora amplificati. Ritengo di aver sviluppato delle risorse, delle nuove competenze che ora ho deciso di utilizzare in nuovi progetti.

L´interesse per la comunicazione, per le persone, per l´impatto dell´esposizione a diverse culture e il desiderio di aiutare gli altri, di supportare il cambiamento e il miglioramento, mi hanno fatto avvicinare al mondo del coaching e dell´ interculturalitá.

Attualmente sono nella fase di completamento di un training di European Coaching & NLP Program, a cura della scuola Allenati per l´Eccellenza (the Institute for Coaching & NLP accreditata ICF) e porto avanti il mio profondo interesse per tutto quello che concerne la formazione interculturale e gli effetti sulle persone e sulla professione.

Prende sempre piú forma in me l´idea di far convergere, in un prossimo futuro, i due ambiti e quindi accogliere l´ipotesi di lavorare come Intercultural Coach.

Del Progetto Radici mi é piaciuto il respiro internazionale, la scoperta e l´esplorazione dei confini, la contaminazione culturale.

Faccio parte del numeroso gruppo di expat in giro per il mondo;oggi serenamente affermo che la vita che ho preferito é stata una scelta meravigliosa. Lo é stata per me dal punto di vista umano e culturale, non a caso dico di essere una persona diversa. Ho vissuto
esperienze diverse da quelle che avrei potuto vivere restando ancorata alla mia
cittá, ho superato ostacoli e difficoltá per cui non ero pronta (ma mi sono
attrezzata strada facendo) e, soprattutto, sono stata esposta a diverse culture e
felicemente contaminata da queste. E lo é stato anche per le mie figlie, alle quali
abbiamo letteralmente regalato il mondo. Sono cittadine del mondo, nel senso
che saranno libere di scegliere dove stabilirsi, dove lavorare, dove sentirsi a
casa. Abbiamo offerto loro una visione della vita diversa, piú libera e piú legata
alle proprie inclinazioni e desideri.
Non é una vita semplice, come del resto non lo é per nessuno, non é facile ma
quello che si riceve ti arricchisce talmente tanto che anche il viaggio tortuoso
diventa affascinante, importante. E cosí ho dato un senso alla solitudine, alla
lontananza, alla fragilitá, al non sentirsi adeguati e ben equipaggiati e sono
riuscita a cogliere quello che questo mio girovagare – con marito figlie e cane –
mi ha donato: la forza interiore, la forza della coppia, modi diversi di pensare,
resilienza, una mente aperta, l ́accoglienza dell’ ́altro.

Di ogni posto che ho visitato e in cui ho vissuto ho cercato di trarre il meglio, di
cercare il bello (anche se all ́inizio non sembrava affatto) e nei miei articoli
vorrei esplorare con voi tutto questo.

Partendo dalla Finlandia, una vera
rivelazione per me, e attingendo alle mie esperienze passate.

Spero di avervi incuriosito e quindi a presto… al prossimo appuntamento.


Sabrina Galasso corrispondente Progetto Radici Helsinki, Finlandia

Redazione@progetto-radici.it

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: