Dante in Cina: oltre 50 attività per celebrare il settecentenario

Dante in Cina: oltre 50 attività per celebrare il settecentenario

PECHINO- In occasione delle celebrazioni del settimo centenario dalla morte di Dante Alighieri, l’Ambasciata d’Italia a Pechino e la rete diplomatico-consolare in Cina, in raccordo con gli Istituti di Cultura e l’ENIT, hanno elaborato un articolato palinsesto composto da oltre cinquanta attività promozionali di tema dantesco.
Queste attività – spiegano da Pechino – si articolano in diversi filoni che spaziano dalla letteratura al cinema, dalla musica alle produzioni teatrali e all’arte, ivi incluse le presentazioni al pubblico delle più recenti e autorevoli traduzioni cinesi della Divina Commedia. Ai filoni più tradizionali, si affiancheranno attività sperimentali che vedranno la messa a confronto di Dante con grandi poeti cinesi, l’associazione della produzione dantesca con percorsi turistici tematici e con la riscoperta della gastronomia trecentesca nonché l’utilizzo di strumenti e piattaforme digitali per la diffusione della conoscenza dantesca destinata al grande pubblico di internauti cinesi.
“Insieme ai Consolati Generali d’Italia in Cina e agli Istituti di Cultura – ha commentato l’Ambasciatore Luca Ferrari – abbiamo organizzato un fitto programma di eventi per diffondere la conoscenza di Dante anche ai giovani che compongono il variegato miliardo di netizen cinesi. Essi andranno così ad aggiungersi agli intellettuali cinesi e ai circoli culturali e universitari dove Dante è già molto conosciuto e apprezzato. Il Sommo Poeta fiorentino costituisce per noi italiani un patrimonio culturale inestimabile e la messa a confronto con poeti e artisti cinesi costituirà un tassello di pregiatissimo valore in vista dell’Anno della Cultura e del Turismo tra Italia e Cina del 2022

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: