Cinema Made in Italy Athens:il meglio del cinema italiano online in Grecia

Cinema Made in Italy Athens:il meglio del cinema italiano online in Grecia

ATENE– Una selezione di 16 pellicole di altissimo livello, ognuna nel suo genere, quasi tutte premières, per offrire al pubblico greco uno spaccato della società italiana con i suoi sogni, i suoi cambiamenti, il suo quotidiano, i suoi dubbi e la sua memoria: ecco in sintesi Cinema Made in Italy Athens!
Grazie a dei partner d’eccezione come la Cineteca Nazionale di Atene, riferimento locale indiscutibile in materia di cinema greco e internazionale, e Cinecittà Luce, la storica e iconica istituzione romana simbolo del cinema italiano, l’Istituto Italiano di Cultura di Atene, nell’ambito del programma culturale “TEMPO FORTE”, ha voluto lanciare l’iniziativa di un festival tutto italiano, per la prima volta completamente online, per permettere a tutti coloro che amano l’Italia di soddisfare la loro passione, dovunque si trovino in Grecia tra il 12 e il 22 febbraio 2021.
“Siamo particolarmente lieti di inaugurare, insieme ai nostri partner, il primo Festival di Cinema Italiano Online in Grecia con l’auspicio che diventi un appuntamento annuale fisso”, le parole del direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Atene, Anna Mondavio. “È una occasione privilegiata che dà al pubblico greco la possibilità di conoscere meglio i suoi vicini con i quali intrattiene innumerevoli relazioni non solo culturali, economiche, scientifiche ma soprattutto di amicizia, basate su affinità e frequentazioni secolari. Buona visione a tutti!”.
La rassegna è ospitata dalla piattaforma della Cineteca di Atene.
Queste le pellicole in programma, quasi tutte girate nel 2020: La rivoluzione siamo noi, documentario di Ilaria Freccia; Alida di Mimmo Verdesca; Assandira di Salvatore Mereu; Bangla di Phaim Bhuiyan, uscito nel 2019; Checkpoint Berlin, documentario di Fabrizio Ferraro; Favolacce dei fratelli D’Innocenzo; Fortezza, docufilm del 2019 di Ludovica Andò ed Emiliano Aiello; Il colpo del cane, film del 2019 di Silvio Risuleo; sempre del 2019 La dea fortuna di Ferzan Ozpetek; La scomparsa di mia madre, documentario di Beniamino Barrese; Le sorelle Macaluso di Emma Dante; Maledetta primavera di Elisa Amoruso; Padrenostro di Claudio Noce; Paolo Conte, via con me, altro documentario di Giorno Verdelli; Ricordi? di Valerio Mieli, del 2019; e Volevo nascondermi di Giorgio Diritti.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: